FORMELLO – Lazio, la corsa verso il sogno scudetto è ricominciata così…

La Lazio torna ufficialmente in campo, e lo fa con la solita armonia. Le sensazioni nel giorno effettivo di ripartenza, anche se solo individuale

di redazionecittaceleste

FORMELLO – Mentre il mondo del calcio (non solo italiano) si interroga sul da farsi, un barlume di speranza riaccende il sogno scudetto in casa Lazio. Le dure battaglie condotte dal presidente Lotito nelle svariate conference call federali, unite alle dichiarazioni del ds Tare e molti giocatori sui canali ufficiali biancocelesti e non, hanno dato i propri frutti. Anche se ieri i calciatori sono rientrati a Formello per i vari test e la prima sgambata, quest’oggi è ufficialmente ricominciata l’attività agonistica individuale nel quartier generale del club capitolino.

Da qui in avanti l’orario di lavoro sarà compreso tra le ore 10:00 e le ore 18:00. Starà al mister Inzaghi e il suo staff decidere se dividere la squadra in due gruppi (ovviamente rispettando tutte le distanze del caso), o in compagini inferiori. In più, in attesa dell’ufficializzazione del protocollo per gli sport di squadra (la commissione medica della Figc e il Comitato Medico Scientifico (Cts) ne stanno discutendo), i calciatori non potranno stare più di due ore nel centro sportivo di Formello.

Lazio: di nuovo in campo
Lazio: di nuovo in campo

LA RIPRESA IN ARMONIA – Quest’oggi la squadra è stata divisa in piccoli gruppi in diversi orari, chiaramente con i calciatori ben distribuiti nelle metà campo del Fersini. La compagine delle 11:00 era tutta made in Italy. Bomber Ciro Immobile, il Leone Francesco Acerbi, Danilo Cataldi, Manuel Lazzari e Marco Parolo. La domanda che tutti si stanno ponendo è la seguente: ma la Lazio ripartirà con la stessa fame? A vedere gli allenamenti sembra proprio così. Nonostante la distanza di almeno due metri l’uno dall’altro, tra i calciatori biancocelesti c’è la stessa armonia di sabato 7 marzo, il giorno dell’ultimo allenamento prima del lockdown (in quel caso ci fu un’amichevole contro la Primavera).

Il più scatenato è Marco Parolo. Durante il riscaldamento diviso in varie stazioni dal prof Ripert e il vice di Inzaghi, mister Farris, schernisce di continuo Acerbi. Prima la canzoncina “Il leone si è addormentato”, poi il verso della gallina, tutto perché il compagno ha sbagliato un esercizio. Immediata la replica del Leone. È risaputo che lui non ci sta mai a perdere, anche se ha sempre una parola carina per il suo “amore” Immobile. Bene. Fin dal primo giorno c’è una Lazio attenta al dettaglio. Sarà contento mister Inzaghi che oggi sta casa, anche perché troppe persone dello staff sul campo non possono starci. Eppure lo menziona il suo vice. La grande voglia di Immobile e compagni di tornare in campo si vede, e spingono talmente forte che Farris li redarguisce così durante un giro palla per riprendere dimestichezza con la sfera: “Piano altrimenti mi tocca chiamare il mister!”.

Tra una sessione di lavoro basata sulla forza e un’altra atletica c’è anche il tempo di chiacchierare (sempre a distanza debita, ovvio). Spicca un “Chi ha visto Diavoli?”, in merito alla nuova serie tv di Sky Atlantic con protagonisti Alessandro Borghi e Patrick Dempsey. In seguito anche qualche battuta in caso di disputa del campionato tra centro e sud. A tal proposito ecco Immobile, uno che il sud lo conosce bene, che ricorda lo stadio di Catanzaro: “Ma avete mai giocato allo stadio di Catanzaro? Mamma mia bellissimo”. Insomma, la Lazio è tornata in campo, e stando al gruppo che si è allenato alle 11:00, c’è tutta la voglia e l’armonia per ricominciare a inseguire un grande sogno: lo scudetto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy