Inzaghi lotta, prende l’acqua e tre punti contro il Sassuolo

Indomito per tutto il tempo nonostante la pioggia battente. Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi fino all’ultimo ha spronato i suoi uomini alla vittoria

di redazionecittaceleste

ROMA – Una battaglia sotto il diluvio quella vinta da Simone Inzaghi insieme ai suoi uomini di ieri pomeriggio a Reggio Emilia. Espugnato il Mapei Stadium del Sassuolo e altri tre punti messi in cascina nella difficile corsa alla Champions. “Ho scelto la tuta perché mi sarei bagnato” ha detto l’allenatore della Lazio nel commento di fine gara. Consapevole che ci sarebbe stato poco da rilassarsi, tant’è che il tecnico biancoceleste non è mai stato fermo un attimo. Ragionando sul gioco dei suoi e scegliendo i migliori accorgimenti per raddrizzare un match che sembrava aver preso una strana piega.

Alla fine, in un certo senso, la decide lui. Scegliendo di togliere un Joaquin Correa sulle gambe per inserire un più fresco Felipe Caicedo. Fu proprio l’ecuadoriano a buttare dentro la palla della vittoria. “In classifica guardo avanti, bisogna alzare l’asticella. Serve voglia di vincere e di migliorarsi” così ha proseguito il coach nel post partita. In casa neroverde intanto continua il tabù di Roberto De Zerbi che, indicato da molti come vice Inzaghi, continua a non vincere contro lo stesso allenatore. Due scuole moderne a confronto, dove la supremazia è ancora una volta dell’addetto ai lavori piacentino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy