• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio d’acciaio con la miglior difesa del campionato

Lazio d’acciaio con la miglior difesa del campionato

I biancocelesti ottengono un’altra vittoria non subendo nemmeno un gol

di redazionecittaceleste

Notizie Lazio

ROMA – Il miglior attacco stavolta è la difesa. La Lazio spinge e vola verso la porta e anche in classifica. Caicedo sblocca di rabbia, poi nella ripresa un po’ di sofferenza a Parma. Colpo su colpo respinto dai guantoni di Strakosha e da una retroguardia semplicemente perfetta. Seconda partita consecutiva con la porta inviolata. E pensare che a inizio campionato sembra lì dietro la più grossa lacuna della squadra. Invece da ieri va aggiornata un’ulteriore statistica: l’Inter ne prende due nel derby col Milan nell’ultima giornata e raggiunge la Lazio, che ora ha quindi la miglior difesa insieme ai nerazzurri della Serie A. Al Tardini applausi per Patric che, rischia sì qualche passaggio in uscita, ma blocca almeno un paio di ripartenze del Parma e poi si lancia pure in avanti con un’azione strepitosa solitaria alla fine della gara. Inchino per Luiz Felipe che anticipa di testa (5 duelli aerei vinti) e sventa tutti i pericoli (3 anticipi) in area. Strepitosa una scivolata su Cornelius da ultimo uomo nella ripresa, il brasiliano s’immola due volte col corpo davanti alla porta. Un gigante almeno al pari di Acerbi, che torna a giocare sul centro-sinistra e all’inizio sembra un po’ più in difficoltà, ma è comunque top player per duelli (7) e tackle (5) della sfida. Alla fine si diverte persino in fase offensiva e crossa. Su una punizione di Jony svetta di testa e ci riprova nella ripresa. In Emilia dunque è la difesa è l’arma più appuntita. E non è la prima volta. Ottavo clean sheet per Strakosha e tre punti che infiocchettano 18 risultati utili consecutivi, un bottino che non era stato accumulato neppure dalla Lazio stellare di Eriksson che in difesa poteva contare su nomi del calibro di Nesta e Mihajlovic. Merito ovviamente dello stratega Inzaghi, l’uomo dei record e dei giocatori rigenerati.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy