• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Correa: “La mia prima coppa, quelle sere che sogni da bambino”

Lazio, Correa: “La mia prima coppa, quelle sere che sogni da bambino”

L’eroe di Coppa, Joaquin Correa racconta la meravigliosa finale vinta dalla Lazio contro l’Atalanta e ripercorre la sua stagione

di redazionecittaceleste

ROMA – E’ senza alcun dubbio il suo momento, si è preso la scena ma soprattutto è l’eroe di Coppa Italia. Stiamo parlando di Joaquin Correa, attaccante argentino della Lazio. El Tucu si è preso la Lazio a suon di gol decisivi e prestazioni da top player, ha trascinato la squadra biancoceleste in finale con il gol a San Siro in semifinale contro il Milan. Poi la cavalcata in finale contro l’Atalanta, un gol bellissimo in velocità smarcando il portiere e depositando la palla in rete, regalando la Coppa Italia alla Lazio. Correa è già un idolo a Roma, i bambini cominciano ad inneggiare il suo nome, è nata una stella e ancora una volta l’investimento del Ds Tare si è rivelato azzeccato. Queste le parole del Tucu che ripercorre alcuni momenti della sua stagione: “Adesso lo posso dire. Visto che le precedenti finali che avevo giocato erano andate tutte male ho deciso di fare qualcosa per spezzare l’incantesimo. È stata la mia prima coppa, una di quelle sere che sogni fin da bambino”.

IL TRIONFO – “La cosa più difficile è stata restare lucido, la partita stava finendo e la stanchezza si faceva sentire. I compagni non si capacitavano di come avessi potuto fare quello scatto al 90′. Prima ancora che arrivasse la palla lanciata da Caicedo avevo già deciso cosa fare”.

LA TELEFONATA DI VERON“A parte i familiari, sicuramente la più gradita è stata quella di Veron, che mi ha lanciato nel grande calcio e a cui sono rimasto legatissimo (la Brujita è stato prima compagno di squadra, poi allenatore e infine pure suo presidente all’Estudiantes, ndr”.

CHAMPIONS E PROMESSE –  “La partita più bella, però, l’ho giocata nel derby, senza segnare…”.

RIMPIANTO CHAMPIONS“Tanto. Abbiamo buttato via troppi punti, ma abbiamo anche pagato i numerosi infortuni avuti tra novembre e gennaio. Anch’io in quel periodo ho avuto problemi. Senza quegli stop adesso faremmo altri discorsi. Questa Coppa Italia deve essere il punto di partenza. E nella prossima stagione cercheremo di fare meglio pure in Europa League Uno su cui si sente di puntare? È qui a Formello: Pedro Neto. Ha mezzi incredibili, il futuro è suo”.

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy