• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio, Inzaghi-Lotito è una partita a scacchi. Chi farà la prossima mossa?

Lazio, Inzaghi-Lotito è una partita a scacchi. Chi farà la prossima mossa?

Ormai quella tra Inzaghi e Lotito è diventata una partita a scacchi. Il presidente pressa per il rinnovo, il tecnico prende tempo, la situazione è bloccata, ma così si rischia lo stallo totale

di redazionecittaceleste

Inzaghi–Lotito

Lazio, Inzaghi-Lotito è diventata una partita di scacchi

ROMA – Ormai non c’è più dubbio, quella tra il presidente Lotito e Simone Inzaghi è diventata una partita a scacchi. Ognuno attende con ansia una mossa dell’altro, e la situazione vive un’imbarazzante fase di stallo, tutto ciò nel silenzio più assoluto. Dopo tre colloqui tra i due, che evidentemente non hanno portato ad una risposta definitiva, il braccio di ferro va avanti ad oltranza. La situazione non si sblocca, con il presidente Lotito che chiede al tecnico di fornire una risposta entro pochi giorni, e Inzaghi che invece continua a temporeggiare. Il silenzio del tecnico, che dura ormai da sue settimane lascia presagire che qualcosa si è rotto, e il rapporto con il presidente non è più lineare da tempo, con il primo segnale ad inizio stagione con la famosa telefonata. In uno dei colloqui dei giorni scorsi sarebbero anche volate parole grosse e toni piuttosto accesi.

INZAGHI ATTENDE IL MILAN
La posizione del tecnico piacentino è di attesa, rivolta alla situazione Milan, con Gattuso che ha lasciato la panchina milanista e la proprietà del diavolo che cerca un tecnico giovane e che sappia affrontare un progetto di rinnovamento con inserimento di calciatori giovani da valorizzare, per via del fair play finanziario. Contatti tra Inzaghi e il Milan, secondo indiscrezioni ci sono stati, con la proprietà milanista che ha inserito l’allenatore laziale in cime alla lista delle preferenze. Il secondo candidato era Jardim del Monaco, che però nella giornata di ieri è stato confermato dal club francese. Più defilato il nome di Marco Giampaolo della Sampdoria. Dunque quello di Inzaghi, resta per ora l’unico nome spendibile per i rossoneri, anche se qualora Maldini dovesse dintere il nuovo Ds del Milan, la situazione andrebbe valutata.

INZAGHI PRENDE TEMPO E ATTENDE IL MERCATO
Inzaghi attende il Milan, ma intanto per restare chiede anche garanzie sul mercato al presidente Lotito, il quale intanto ha messo sul piatto il rinnovo per il piacentino, che non ha intenzione di firmare al momento, attendendo il mercato, dal quale ha chiesto 8 nuovi acquisti e la permanenza dei big.

LOTITO SI CAUTELA
La pazienza del presidente Lotito ha un limite, e qualora il patron decidesse di far saltare il banco, potrebbe puntare su altri profili. I nomi papabili sono quelli di: De Zerbi (il preferito dalla proprietà), Mihajlovic, Liverani, Giampaolo e Gattuso.

A CHI LA PROSSIMA MOSSA?
Ormai si può definire una partita a scacchi, con Inzaghi che venerdì partirà per gli USA, e che vuole lasciare Lotito e i tifosi laziali con il dubbio amletico, “resta o non resta”. Il presidente non ci sta, ma in agenda non c’è nessun incontro e il rischio di passare un mese sprovvisto di una risposta definitiva si fa sempre più concreto. Ecco che in caso di mancata risposta prima della fine di questa settimana, potrebbe scattare la ricerca del sostituto. Con Lotito che farebbe per primo la prossima mossa. A quel punto resterebbe da attendere la contromossa dell’allenatore. La partita a scacchi tra presidente e allenatore è sempre nel vivo, il “Re” Lotito continua a vedere il suo “Cavallo” Inzaghi saltare caselle senza fermarsi a corte.

Lotito-Inzaghi
LotitoInzaghi

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy