• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Lazio: Patric, Cataldi e Badelj la rivincita delle “seconde linee”

Lazio: Patric, Cataldi e Badelj la rivincita delle “seconde linee”

Dalla parita di Genoa arrivano segnali positivi da quei calciatori che fino ad oggi hanno trovato meno spazio. La Lazio può contare anche su di loro

di redazionecittaceleste
Lazio

ROMA – Della sfida di ieri contro il Genoa ci sarebbe poco da salvare, tra sfortuna, infortuni e gol subito nei minuti di recupero verrebbe da dire che da salvare non c’è nulla. Eppure spunti importanti dalla sfida di Marassi

eccezzzionale

sono arrivati. Mister Inzaghi ha avuto delle risposte positive da alcuni calciatori che visto lo stato di emergenza si sono trovati ad essere titolari, ma che di solito recitano un ruolo da comprimari. Parliamo di Milan Badelj, Danilo Cataldi e Patric.

Badelj:oltre al gol ha mostrato buona personalità e controllo del reparto, oltre a qualche errore di troppo in fase di impostazione ha sfiorato addirittura la doppietta con un destro potentissimo dal limite dell’area di rigore che si è stampato sulla traversa. I segnali sono incoraggianti e Inzaghi può contare su di lui da qui a fine stagione, con la speranza che magari qualora dovesse restare in biancoceleste, il prossimo anno per lui possa essere quello del riscatto.

Cataldi: solita prova per il centrocampista romano, che quando è chiamato in causa si fa trovare sempre pronto. La solita partita senza sbavature e ordinata dal punto di vista tattico. Danilo Cataldi è un calciatore che all’occorrenza può svolgere il lavoro sporco di Parolo, anche con maggiore qualità dal punto di vista tecnico con un buon piede anche da palle inattive. Può tornare sicuramente utile a Inzaghi, visti i molti impegni ravvicinati.

Patric: come sempre utilissimo, visto lo stato di emergenza della Lazio, Inzaghi lo ha schierato come centrale di destra nella difesa a tre. Contro i rossoblù, ha perso spesso il duello fisico con Kouame, ma spesso lo ha controllato con grande personalità. Con la sua duttilità permette al tecnico piacentino di ricoprire più zone del campo in caso di necessità. Il suo utilizzo è subordinato ovviamente alle necessità di Inzaghi che lo tiene in considerazione quando ne ha bisogno, nutrendo grande stima per lo spagnolo.

La Lazio ha bisogno di tutti gli elementi in rosa, e Inzaghi sa che può contare sul fatto che i calciatori che non sono considerati titolari, quando chiamati in causa possono apportare anche qualche novità dal punto di vista tecnico-tattico e a volte un cambiamento può essere decisivo per il proseguo della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy