• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Wallace e l’Atalanta stendono la Lazio: addio alla corsa Champions

Wallace e l’Atalanta stendono la Lazio: addio alla corsa Champions

I biancocelesti perdono malamente contro la Dea e rimangono ottavi. Ora è seriamente a rischio anche l’Europa League

di redazionecittaceleste

ROMA – La Lazio abbandona il sogno Champions sotto i colpi dell’Atalanta e di Wallace, colpevole in occasione del gol di Castagne che di fatto indirizza la partita verso Bergamo.

La squadra di Gasperini dimostra di essere superiore ai biancocelesti e soprattutto non regala nulla agli uomini di Inzaghi, incapaci invece di annullare quegli errori difensivi che fanno tornare indietro la mente alla passata stagione. La partita per la Lazio inizia nel migliore dei modi, con Parolo che alla prima incursione offensiva trova la rete con un bel sinistro in mischia. I biancocelesti controllano la gara nella prima metà del primo tempo, andando vicini al gol con Ciro Immobile che da fuori area mette alla prova i riflessi di Gollini. Al 22esimo però inizio l’horror movie diretto da Wallace, che tiene in gioco Zapata in occasione del gol del pareggio dopo aver inutilmente respinto col destro una conclusione di Gomez che sarebbe finita di diversi metri fuori dalla porta di Strakosha.

DAL 2 MAGGIO CITTACELESTE TV LA TROVI SUL CANALE 85 DEL TUO DIGITALE TERRESTRE. RISINTONIZZA I CANALI E RESTA CONNESSO H 24 AL MONDO LAZIO!

Il brasiliano decide di “migliorare” ancor di più la sua sceneggiatura con un imbarazzante passaggio nella trequarti difensiva che viene intercettato da Gomez, il Papu è bravissimo nell’aspettare il sostegno di Castagne e sull’uscita di Strakosha serve il belga che a porta vuota porta in vantaggio la Dea. Vanificato così un inizio di ripresa comunque discreto della Lazio, che aveva concesso solamente un’occasione ad Ilicic giocando spesso nella metà campo atalantina. I fischi inevitabili dell’Olimpico per Wallace e il contraccolpo psicologico chiudono di fatto la partita, con i biancocelesti che non riescono mai a rendersi pericolosi dalle parti di Gollini nonostante l’ingresso di Correa al posto di Caicedo. La ciliegina sulla torta sul film straordinario del “regista” brasiliano arriva a quindici minuti dalla fine, quando sul calcio d’angolo dell’Atalanta Wallace prima perde la marcatura su Djimsiti, poi per cercare di contrastare l’albanese colpisce il pallone di testa infilando così Strakosha e marchiando a fuoco la sconfitta della Lazio che ora rimane all’ottavo posto e rischia seriamente di doversi affidare alla finale di Coppa Italia per tornare anche il prossimo anno in Europa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy