Giudice Sportivo, due giornate di squalifica per Marusic e Berardi

di redazionecittaceleste

ROMA – Il Giudice sportivo, premesso che in occasione delle gare disputate nel corso della settima giornata ritorno sostenitori delle Società Bologna, Cagliari, Crotone, Hellas Verona e Sampdoria hanno, in violazione della normativa di cui all’art. 12 comma 3 CGS, introdotto nell’impianto sportivo ed utilizzato esclusivamente nel proprio settore materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala); considerato che nei confronti delle Società di cui alla premessa ricorrono congiuntamente le circostanze di cui all’art. 13, comma 1. lett. a) b) ed e) CGS, con efficacia esimente, delibera di non adottare provvedimenti sanzionatori nei confronti delle Società di cui alla premessa in ordine al comportamento dei loro sostenitori.

Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori, al 21° e al 30° del primo tempo, lanciato nel recinto di giuoco due petardi che esplodevano in prossimità di alcune persone; recidiva specifica; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza. b)

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA

BERARDI Domenico (Sassuolo): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione); per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco.

MARUSIC Adam (Lazio): condotta gravemente antisportiva per avere, al 17° del secondo tempo, reagendo volontariamente ad una trattenuta, con il pallone a distanza di giuoco, colpito con una gomitata al volto un calciatore della squadra avversaria, senza procurargli danni fisici.

berardi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

INZAGHI: “UNICO NEO L’ESPULSIONE DI MARUSIC”

Seguici anche su Facebook!

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gobofelice - 3 anni fa

    Speriamo che questa volta funzioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy