LE VOCI: Brocchi ‘La Lazio non ha paura di nessuno!’

ROMA- Lontano dal campo, ma mai dalla sua Lazio. E’ vicino ai suoi compagni e lavora per tornare a ricalcare il manto verde. Il gladiatore biancoceleste Cristian Brocchi non perde la speranza: “Come sto? aspettiamo di togliere il ferretto che ho al piede, prima di allora ne so quanto voi.…

di redazionecittaceleste

ROMA- Lontano dal campo, ma mai dalla sua Lazio. E’ vicino ai suoi compagni e lavora per tornare a ricalcare il manto verde. Il gladiatore biancoceleste Cristian Brocchi non perde la speranza: “Come sto? aspettiamo di togliere il ferretto che ho al piede, prima di allora ne so quanto voi.

Dovrò attendere la prossima settimana per saperne di più.” Ha spiegato, oggi, il centrocampista ex Milan ai microfoni di Lazio Style Radio. E a proposito del suo passato nelle fila del Diavolo, il numero 32 laziale torna a parlare proprio dei rossoneri, prossima avversaria della Lazio:  “Mai come quest’anno è una sfida da tripla. La Lazio ha sempre dimostrato di potersela giocare con tutti, non ha mai avuto paura di nessuno. Il Milan, invece, è in grande crescita: aveva iniziato male, ma adesso sta raccogliendo i frutti del lavoro compiuto dalla società e da Allegri. Hanno trovato stima in se stessi, inizialmente l’ambiente era demoralizzato. Poi qualche risultato, anche fortunato, gli ha fatto guadagnare fiducia, ora giocano un buon calcio e sono risaliti la classifica“. Milan che potrebbe far a meno proprio della sua punta di diamante: “Penso che alla fine giochi, vedremo. Ma il Milan non è solo Balotelli. Non ho mai parteggiato per i giocatori più “mediatici”, mentre uno come Montolivo, per esempio, dà sia qualità che quantità, oltre a essere cresciuto anche sotto il profilo caratteriale e della personalità.” E se Allegri dovrà fare a meno di Balotelli, mister Petkovic non potrà contare sull’impiego di Stefano Mauri: ” L’assenza di Mauri non è cosa da poco. Stefano ha una grossa qualità: quella di avere un’intelligenza tattica superiore a molti altri. E’ sempre nel posto giusto, sa sempre qual è la giocata giusta da fare. E’ molto importante avere in squadra un giocatore che sa quando dare via il pallone, quando tenerla o quando fare una giocata più o meno difficile“. Aspettando Milan-Lazio di domani sera, stasera tutti gli occhi saranno puntanti sul big match del San Paolo tra Napoli e Juve: “Sarà una partita molto forte sotto il profilo della voglia di vincere del Napoli. Dall’altra parte, la Juventus è consapevole della sua forza e dei risultati ottenuti. Per chi la guarda da fuori è meglio che venga giocata al San Paolo, perché potrà aiutare il Napoli a colmare il gap. I partenopei hanno sicuramente più da perdere, perché la Juventus scapperebbe via e magari le squadre dietro potrebbe accorciare le distanze. Io preferirei un pareggio...”

RM/Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy