L’ADDIO – Klose: “Ho già il magone senza campo”

ROMA – L’ultima volta non si scorda mai. L’11 agosto scorso Klose ha dato l’addio alla Germania, dopo 71 gol e 137 presenze. Il miglior marcatore della storia tedesca, la leggenda Miro, ora dovrà guardare la sua Nazionale in tv contro l’Argentina il prossimo 3 settembre: “Ho già un magone…

di redazionecittaceleste

ROMA – L’ultima volta non si scorda mai. L’11 agosto scorso Klose ha dato l’addio alla Germania, dopo 71 gol e 137 presenze. Il miglior marcatore della storia tedesca, la leggenda Miro, ora dovrà guardare la sua Nazionale in tv contro l’Argentina il prossimo 3 settembre: “Ho già un magone nello stomaco al solo pensiero di guardare la Germania dagli spalti senza poter dare il mio contributo. Lasciare non è stato facile per me. Ho giocato fino a quando il mio corpo me lo ha permesso. Con il titolo conquistato in Brasile, si è avverato un sogno d’infanzia, sono orgoglioso e felice di aver raggiunto questo grande successo per il calcio tedesco. È stato un momento unico e meraviglioso, che si aggiunge a tanti altri attimi memorabili vissuti nella Nazionale. Dopo la vittoria del mondiale però ho capito che era meglio andarmene, prima di subire qualche infortunio serio. Non c’era un frangente migliore per dire addio”.

LA SUCCESSIONE – Eppure è tanta già la nostalgia. Persino di sentire il suo nome urlato dai tifosi: “Per me sono stati fondamentali. Noi calciatori abbiamo il dovere di ispirare i nostri fan, è questo il nostro scopo”. Ecco l’appello di Klose alle generazioni future: “Non smettete mai di combattere, non solo per voi stessi, ma anche per il gruppo“. Miro fa poi testamento: “La Germania non ha problemi in attacco. C’è Mario Gomez, tornerà più forte di prima: può tranquillamente prendere la mia eredità. Poi ci sono Mario Götze e Thomas Müller, c’è l’imbarazzo della scelta”. 

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy