• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Lazio, cercasi rigorista: Immobile in pole, ma occhio alle sorprese

Con la partenza di Biglia, Inzaghi dovrà ristabilire le gerarchie per quanto riguarda i calci piazzati

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Non è sicuramente un’estate facile, quella della Lazio. Il club ha dovuto affrontare questioni spinose, come i contratti in scadenza di Biglia, Keita e De Vrij. L’ormai ex capitano biancoceleste è stato ceduto al Milan, il giovane Balde ha palesato più volte la volontà di lasciare Roma per una squadra da lui ritenuta più ambiziosa e l’olandese sembra essere destinato a rimanere anche il prossimo anno per poi andar via a scadenza. Insomma, non certo una situazione piacevole per i tifosi, che sperano ancora tuttavia di trovare un po’ di sollievo da un mercato che finora non ha riservato grandi colpi. Marusic sulla fascia, Lucas Leiva e Di Gennaro a centrocampo non possono infagtti scatenare le fantasie dei laziali, speranzosi che possa arrivare un colpo ad effetto capace di rilanciare le ambizioni dei capitolini. In queste ore, secondo le nostre indiscrezioni esclusive, il presidente Lotito starebbe chiudendo per Felipe Caicedo dell’Espanyol che sarà dunque il nuovo attaccante a disposizione di Inzaghi. Con la più che probabile partenza di Keita però, è molto plausibile che la società investa ancora nel reparto avanzato, con il sogno che resta Brahimi del Porto. Con l’acquisto di Caicedo che esclude per questioni di tesseramento quello di Azmoun infatti, le attenzioni del ds laziale si spostano inesorabilmente sull’esterno dei portoghesi che sarebbe il vero e tanto atteso colpo ad effetto dei biancocelesti.

LA SCELTA

luis alberto

Intanto la squadra è al lavoro per preparare la nuova stagione, a cominciare dalla Supercoppa italiana contro la Juventus, in programma il 13 agosto allo stadio Olimpico. Inzaghi non ha intenzione di lasciare niente al caso, curando ogni minimo particolare per affrontare nuovamente, dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia, la corazzata bianconera. Ecco perchè negli ultimi giorni di ritiro ad Auronzo il mister piacentino ha fatto esercitare i suoi sui calci piazzati, in particolare punizioni e rigori. La partenza di Biglia, oltre a lasciare un vuoto in cabina di regia prontamente colmato dall’esperienza di Lucas Leiva, ha anche lasciato vacante il posto di rigorista. In pole position c’è Ciro Immobile, leader dello spogliatoio e beniamino dei tifosi, che già nella scorsa stagione ha sostituito più volte dall’argentino dagli undici metri con ottimi risultati. Attenzione però al destro fatato di Luis Alberto, vera e propria rivelazione di questa prima parte di preparazione estiva. Il trequartista spagnolo, messosi in luce già nelle ultime partite della scorsa stagione, è stato provato più volte da Inzaghi nell’undici titolare proprio in cabina di regia, e chissà che, oltre a sostituire Biglia a centrocampo, non possa anche prendere il suo posto nei calci piazzati. Si sono cimentati con i tiri dal limite anche Wesley Hoedt, che ha già dato prova di avere un sinistro letale dalla distanza, e Felipe Anderson, desideroso di migliorare il suo score rispetto a quello dello scorso anno. Staremo a vedere cosa deciderà Inzaghi, per ora tutte le strade portano a Ciro, con la Juve nel mirino.

Cittaceleste.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy