Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Antonelli: “A gennaio basta Caceres e l’inventiva di Tare”

Martin Caceres, giocatore della Juventus

Ecco le sue dichiarazioni

cittacelesteredazione

ROMA- Stefano Antonelli ha parlato ai microfoni di Radio Incontro Olympia del suo collega Tare: “Mi ha fatto piacere ascoltare il racconto del suo arrivo alla Lazio. Ormai è diventato un direttore sportivo e una persona importantissima per questo club. Ho sentito spesso critiche non conformi alla realtà. Può essere più o meno simpatico, ma ha fatto un lavoro incredibile. C'è sempre poi un concetto di reciprocità. Lui già da calciatore ce l'aveva nel DNA questo lavoro. Era sempre uno sulla notizia, uno che organizzava tutto, la logistica e la costruzione della società. Lo stimo come uomo e come professionista. La Lazio? È una squadra che diverte. Oltre a essere bella da vedere è diventata anche cinica. Ora può giocarsela con tutte. È una delle prime 5 del campionato. Sarà una stagione da partita dopo partita. La Lazio fino alla fine lotterà per la Champions League".

Sul mercato: "Senza prendere in esame la regola dei 25 faccio fatica a vedere dove prendere calciatori. Sulla sinistra ci sono Lukaku, Lulic e Radu. I centrali stanno facendo tutti bene e addirittura arriverà Caceres che può fare anche l'esterno a destro. A metà campo sei completo. Murgia gioca poco, ma per me è un profilo importante. In attacco Immobile sta facendo talmente bene, e non è facile trovare spazio nel 3-5-2. Ci sono anche Felipe Anderson e Nani ai box. Solo un investimento da 40 milioni di euro ti cambierebbe la vita. Ma non credo a gennaio la Lazio voglia spendere queste cifre. Io sono convinto che possa bastare Caceres. Ma confido nell’inventiva di Tare. Magari un profilo giovane, vista la sua bravura in questo campo, potrebbe trovarlo”.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso