Brocchi: “I tifosi non rimarranno indifferenti ai risultati della Lazio”

ROMA – Il doppio ex Cristian Brocchi è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste: Come arrivano le due squadre alla prima di campionato? Io penso che ci sia ancora qualche dubbio, ma con tante aspettative. La Lazio ha l’ambizione di tornare in Europa, così come il Milan che, senza…

di redazionecittaceleste

ROMA – Il doppio ex Cristian Brocchi è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste:

Come arrivano le due squadre alla prima di campionato?

Io penso che ci sia ancora qualche dubbio, ma con tante aspettative. La Lazio ha l’ambizione di tornare in Europa, così come il Milan che, senza coppe, deve disputare un campionato all’altezza della sua rosa.

Grande vittoria contro il Bassano…

Il fatto di aver segnato tanti gol è un aspetto positivo. Anche se la partita non era delle più difficili, il mister ha potuto raccogliere buone indicazioni.

Sei d’accordo con Pioli che le mezzali devo essere molto propositive?

Secondo me le due mezzali devo sapersi inserire, non mi piacciono i giocatori statici. Sono d’accordo con mister Pioli, bisogna creare imprevedibilità nel calcio di oggi.

Cosa ne pensi di Keita, saprà ripetersi anche quest’anno?

Ha già dimostrato di saper affrontare la tensione. Finché non cambia il suo modo di pensare, non avrà problemi a dimostrare il suo talento. Sarà una stagione importante per lui, potrebbe diventare una delle sorprese del campionato.

Anche Cataldi è in rampa di lancio…

Cataldi mi piace molto. Ha fatto una stagione molto interessante che gli è servita per maturare. Ha dimostrato grande intelligenza a Crotone. Tiferò per lui che è un giovane, si ritaglierà un posto importante.

Quanto può dare Klose a questa Lazio?

Io sorridevo quando qualcuno metteva in dubbio Miro. Per la Lazio avere Klose in rosa è un valore aggiunto, non ci possono essere dubbi se tenerlo o no. Sono contento che abbia raggiunto tanti record e che, quando è entrato contro il Bassano, ha trovato subito il gol. Averlo in squadra è un doppio vantaggio: un avversario quando gioca contro Klose ha paura e poi è un esempio per i giovani che hai in rosa.

A fine carriera Miro ha dichiarato di voler fare l’allenatore…

Capisce molto di calcio, anche quando giocavamo insieme parlavamo molto e dimostra di essere un esperto.

Chi è che parte in vantaggio per il prossimo campionato?

Juve, Roma e Napoli sono le favorite, ma non è detto che replichino con facilità i risultati della scorsa stagione. Senz’altro hanno un morale più alto. Ma ci sono squadre come Lazio, Milan e Fiorentina che possono dire la loro.

Quanto è stato importante trattenere i giocatori migliori?

Abbiamo visto quanto è decisivo Candreva, adesso è ancora più conscio dei suoi mezzi, dopo l’esperienze in Nazionale.

Mister Pioli ha adottato il 4-3-3 fin dall’inizio della preparazione e non sembra voler cambiare. Sei d’accordo?

Io sono un amante del 4-3-3 e non sono d’accordo nello stravolgere i moduli. Quindi penso sia giusto andare avanti sulla strada che si è intrapresa all’inizio.

In che modo i tifosi possono riavvicinarsi alla società?

Bisogna creare un ambiente produttivo. Nonostante le problematiche, se la Lazio vince il tifoso non può rimanere indifferente perché ama la squadra e la maglia.

Mauri ha dichiarato che lui non viene mai inserito nella formazione tipo prima dell’inizio del campionato e che, alla fine, gioca sempre 30 partite…

Lo capisco perché succedeva anche a me. Lui sicuramente sarà tra i protagonisti della stagione della Lazio. Lui può fare tutto. Anche un centrocampo a tre con Parolo e Biglia non sarebbe assolutamente male.

Che partita ti aspetti tra Milan e Lazio?

Siccome è la prima partita mi aspetto una partita aperta e intensa. Dalla seconda in poi usciranno fuori tatticismo. Io l’ho giocata sia con la maglia della Lazio che con quella del Milan ed è stato sempre entusiasmante. 

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy