Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Di Francesco: “Derby alla pari ma non firmo per il pareggio. Kolarov è tranquillo, su Nainggolan deciderò”

ROMA – In vista del derby, l’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa: “De Rossi e Florenzi sono delusi dal risultato della Nazionale, sono romanisti e vorranno rifarsi domani. I nazionali...

redazionecittaceleste

ROMA - In vista del derby, l'allenatore della Roma Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa: "De Rossi e Florenzi sono delusi dal risultato della Nazionale, sono romanisti e vorranno rifarsi domani. I nazionali sono tornati in buone condizioni, sono contento. Per quanto riguarda Nainggolan deciderò tra oggi e domani se convocarlo. Sarebbe fondamentale anche se stesse all'80% della condizione. Vorrei farlo giocare ovviamente. Schick non ci sarà, quando starà bene lo farò giocare, per ora no. Sta crescendo ma non è ancora al top. Se dovesse giocare rischierebbe di peggiorare nuovamente la situazione. Pubblico delle grandi occasioni? Il calcio deve unire. E' normale che ci sarà campanilismo e spero ovviamente che vinca la Roma. Mi ha colpito l'unione dei tifosi per Gabriele Sandri. Questo per me è il calcio e spero che domani ci sia un grande clima di sportività. Il derby della Capitale è unico, io l'ho vissuto da giocatore e volevo sempre dare tutto. Le due squadre sono in grande condizione fisica, sarà un bel match. Chi temo della Lazio? E' una squadra che ha messo in difficoltà tutte le avversarie. Mi fa paura Immobile, sa attaccare gli spazi come pochi, è il giocatore più pericoloso e dobbiamo stare attenti.L'ex Kolarov? E' tranquillo, mi ha fatto anche una battuta perché mi ha visto teso. Mi ha detto: "Mister io ho giocato nella Lazio, non lei". Per dire che è lui quello che dovrebbe essere agitato, invece l'ho visto molto tranquillo. Il derby è una partita diversa dalle altre, non guardo la classifica. Un pareggio? Mai. Non direi mai ai miei giocatori di accontentarci. La nostra mentalità è quella di vincere sempre. Quale è la squadra più forte? Tanti dicono che tatticamente siamo più forti, ma la Lazio ha grandi giocatori. La società biancoceleste ha fatto molto bene. Mi viene in mente Milinkovic, diventerà un calciatore importante. Sarà un match alla pari. Promesse ai tifosi? Non le faccio, ma non vogliamo deludere i nostri tifosi. Inzaghi? E' più giovane di me, abbiamo due percorsi diversi. Gli faccio i complimenti per come sta gestendo il gruppo. Tatticamente non abbiamo similitudini, ma per quanto riguarda la gestione della squadra si".

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso