• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – Fascetti: “Quella del -9 un’impresa indimenticabile. La Lazio di Inzaghi? Basta poco per il salto di qualità…”

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA – Quest’oggi Eugenio Fascetti , un nome rimasto nel cuore dei tifosi biancocelesti per la storica salvezza del -9, compie 80 anni. Ha allenato la Lazio per due anni, dal 1986 al 1988, quando il club capitolino militava in Serie B. Prima la salvezza conquistata contro il Campobasso grazie allo storico gol di Fiorini, poi l’anno successivo la promozione in massima serie. La redazione di Cittaceleste.it ha contatto in eslusiva l’ex tecnico baincoceleste innanzitutto per augurargli buon compleanno, e poi per strappargli dei ricordi di quella Lazio d’altri tempi e non solo:

A distanza di tanti anni che ricordi le sono rimasti di quella squadra?

“I ricordi sono vivi, come se fosse successo ieri, nonostante siano passati più di trent’anni. Era un gruppo stupendo e indimenticabile, abbiamo fatto un’impresa che è rimasta nella storia della Lazio e che ancora oggi viene ricordata dai tifosi”.

Quanto è stato importante l’affetto del popolo laziale in un’annata così difficile?

“E’ stato importantissimo. A distanza di tanti anni riesco ancora a percepire l’affetto dei laziali per quanto abbiamo fatto. Tifosi, giocatori, staff, ma anche la società, che usciva da un periodo economico disastroso, hanno contribuito ad una stagione e una salvezza storica”.

La Lazio di Fascetti e quella di Inzaghi, vede delle somiglianze? Dove può arrivare questa squadra?

“I tempi sono diversi. Posso dire con certezza che la mia era una squadra fatta di grandi uomini, un gruppo veramente meraviglioso. Anche la Lazio di Inzaghi sta facendo molto bene, basta poco per fare il salto di qualità bisogna . E’ importante vincere contro le dirette concorrenti, a partire dalla partita di lunedì contro l’Inter”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy