ESCLUSIVA Radio Incontro – Peruzzi: “De Vrij? Fatto di tutto. Possiamo andare in finale di Coppa Italia”

di redazionecittaceleste

ROMA – Il club manager della Lazio Angelo Peruzzi è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia: “Ho fatto una grande gaffe a Nyon, la Dinamo Kiev non è in Russia ma in Ucraina. Non sarà una sfida facile, ma poteva andare sicuramente peggio. Inzaghi dopo il sorteggio ha detto la stessa cosa. Non dobbiamo mai sottovalutare l’avversario, bisogna stare attenti a tutti”.

DE VRIJ

“Tare ha già detto tutto. Non ha specificato i dettagli, ma si è capito cosa vuole fare la Lazio e cosa vuole fare il giocatore. Da agosto il diesse e Lotito hanno fatto di tutto per convincerlo. Ci sta poi che non si chiuda la trattativa, la Lazio resta e i giocatori passano. Andremo avanti ugualmente. Il mio ruolo? Ho cominciato a dare delle regole e se dall’altra parte ci sta gente intelligente che le segue diventa più facile”.

NANI E ANDERSON

“I mal di pancia sono normali. Il portoghese ha un problema al piede che gli sta dando un po’ di fastidi. Inzaghi quando vuole decide di farlo giocare, i posti fissi nella squadra non ci sono. Poi sta al calciatore rispondere con delle belle prestazioni. Per quanto riguarda Felipe è tutto risolto”.

INZAGHI E I GOL SUBITI

“Un allenatore diventa bravo quando riesce a farsi seguire e a spiegare i suoi metodi. Lì sta la bravura del tecnico e Simone sta facendo molto bene. Io mi auguro che possa restare a lungo a Roma. I tanti gol subiti? Siamo una squadra votata all’attacco. Ci piace creare gioco, anche fuori casa e ci sta che a volte veniamo colpiti. Se vuoi vincere qualcosa però devi imporre il tuo gioco. Servirebbe più equilibrio è vero, ma il nostro 3-5-2 non è un 5-3-2”.

BRUNO JORDAO E PEDRO NETO

“Sono stati sfortunati, sia per i problemi fisici che per il fatto che non potevano essere convocati in Europa. Devono ancora un po’ ambientarsi, ma hanno grande talento. Il caso Luis Alberto insegna, pian piano scoprirete anche loro”.

FUTURO

“Ho un contratto con i biancocelesti per altri due anni, poi vedremo. Da quando ho smesso di giocare a calcio non faccio più programmi”.

PORTIERI

“Strakosha sta facendo benissimo già dall’anno scorso e nessuno se lo aspettava. La cosa bella è che migliora partita dopo partita. Guerrieri non sta trovando spazio, ma è un grande lavoratore. Marchetti? Si allena, ma la situazione ripetto all’anno scorso è cambiata. C’era qualche problemino con la società già quando sono arrivato, sono state fatte altre scelte ma lui è rimasto ugualmente. Stesso discorso vale per Djordjevic, questi problemi ci stanno in tutte le squadre. Alisson o Donnarumma? Scelgo il secondo, faccio un po’ il campanilista, anche se il romanista lo seguivo già da tempo e mi piace molto. Futuro Buffon? Quando un giocatore si sente bene non vedo il motivo perchè debba smettere. Io quando ho smesso di divertirmi ho abbandonato il calcio”.

LAZIO-JUVE?

“Quando non giochi più non ti senti tanto ex. Penso alla Lazio”.

CHAMPIONS, EUROPA LEAGUE E COPPA ITALIA

“Tutto è possibile, ci sono tanti scontri diretti. Auspichiamo di arrivare più in alto possibile, poi vedremo dove arriveremo. Se dovessi scommettere sulle tre competizioni dove punterei? Non amo giocare, vedremo partita dopo partita. Domani ci aspetta un match importante, il Milan è in forma e non sarà semplice. Hanno dei giocatori importanti, non è una squadretta. Hanno speso tanto e già avevano ottimi calciatori. Abbiamo le nostre possibilità, possiamo arrivare in finale”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

LAZIO-MILAN, PARLA ROMAGNOLI

MARCHEGIANI: “STRAKOSHA? DEVE MIGLIORARE SULLA SPINTA”

Seguici anche su Facebook!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy