Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Il vice di Inzaghi, Farris: “Ecco come abbiamo battuto il Crotone. Il lavoro settimanale si vede in campo”

Marcello Trotta e Sergej Milinkovic Savic
08-01-2017 Roma
Campionato Italiano Serie A Tim incostro SS Lazio Vs Crotone allo Stadio Olimpico di Roma.
Match day SS Lazio Vs Crotone at the Olimpic Stadium in Rome.
@ Marco Rosi / Fotonotizia

Parla il vice allenatore biancoceleste..

cittacelesteredazione

ROMA- Il 2017 è ricomionciato nel migliore dei modi per la Lazio, che, domenica scorsa, ha agguantato la prima vittoria del nuovo anno, anche se a fatica. Il Crotone infatti ha giocato una partita ordinata e aggressiva, che ha visto il risultato bloccato fino al 90', quando Immobile è riuscito a sfruttare uno sciagurato retropassaggio di Martella. Ha analizzato il match dell'Olimpico e non solo Massimiliano Farris, vice allenatore biancoceleste, ai microfoni di Lazio Style Channel: “Partire in maniera aggressiva fa parte de DNA di questa squadra. A prescindere dai moduli, vogliamo giocare con costanza nella metà campo avversaria. I tanti cambi di gioco andati in scena? Questa soluzione era stata studiata per allargare le maglie della difesa pitagorica. Milinkovic è un giocatore che domina dal punto di vista fisico: i lanci lunghi dalla difesa erano stati pensati per sfruttare le sponde del serbo o l’ultimo passaggio di testa nell’area avversaria per Immobile. L'azione che ha portato al gol annullato a Lombardi era stata provata più volte in settimana, peccato per il fuorigioco millimetrico. Luis Alberto è rientrato sul suo piede preferito, Milinkovic ha dato ampiezza e profondità, Lombardi e Parolo sono riusciti a inserirsi con i tempi giusti. L’esterno classe 1995 avrebbe meritato il gol, è stata veramente una questione di centimetri. L’elemento più importante è che i movimenti che prepariamo poi funzionino. A noi interessa che la squadra rimetta in campo quanto provato e si convinca del lavoro settimanale”.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso