Le voci, Ferretti: “Per la Lazio la sfida con il Bologna sarà un banco di prova”

di redazionecittaceleste

ROMA – L’ex calciatore biancoceleste, Stefano Ferretti, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio: “La squadra biancoceleste si è abituata a giocare per vincere, anche in una partita non esaltante come quella con il Cagliari ha ottenuto i tre punti. I sardi hanno creato qualche problema ma la Lazio si è dimostrata matura, è riuscita comunque a mettere alla corda gli avversari, ha avuto pazienza per poi colpirli nel momento giusto. Il Cagliari è stato molto corto, era tutto negli ultimi 30 metri, la squadra di Inzaghi ha faticato a trovare gli spazi e i varchi giusti, spesso veniva raddoppiata, c’è stata un po’ di lentezza nella manovra, si perdeva palla e i rossoblù uscivano rapidamente. Ma una volta sbloccato il risultato con Immobile, la squadra di Lopez ha dovuto alzare il baricentro e la partita è stata un po’ più tranquilla, anche se poi, forti del vantaggio, qualcosa gli è stato concesso. È bastata una Lazio al 60% per segnare tre gol, questo è un segnale di forza. Bastos ha una padronanza del gioco impressionante, riesce, nei momenti più critici, ad avere una tranquillità per cui disarma anche l’avversario. Il centrocampo è una cerniera di giocatori che sanno compattarsi in fase difensiva e poi andare ad occupare gli spazi in fase offensiva. Luis Alberto ed Immobile riescono a mettere in grande difficoltà un intero reparto. Questa squadra è completa e sta crescendo in maniera esponenziale. Ora è importante recuperare determinati giocatori per avere armi in più. La partita di mercoledì è difficilissima, il Bologna sta bene e Donadoni è riuscito a rinquadrare i suoi, ci vorrà la miglior Lazio. A me piace sottolineare, però, il fatto che ormai per il maggior numero dei giocatori biancocelesti, la differenza tra l’essere titolare o riserva è minima perché abbiamo visto tantissime volte che chi è entrato ha sopperito molto bene all’assenza del titolare di turno. Questo è il segnale che la squadra è forte in tutti i suoi reparti e in tutti i suoi elementi e sta acquisendo una mentalità da grande. I pericoli principali per la Lazio credo possano essere Verdi perché gioca in rapidità tra le linee e l’atteggiamento tattico del Bologna. Donadoni fa un pressing alto e potrebbe creare qualche difficoltà. La Lazio, dal canto suo, deve essere rapida nel far viaggiare la palla per uscire dal loro pressing, è una partita difficile. Per la squadra di Inzaghi sarà un ulteriore banco di prova”. Nel frattempo l’ex laziale Foggia lavorerà a Benevento: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy