Le voci, Orsi: “Supercoppa? Vittoria meritata. Strakosha tra i migliori”

Queste le sue dichiarazioni…

di redazionecittaceleste

ROMA – L’ex portiere biancoceleste Fernando Orsi è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Radiosei per parlare della vittoria della Lazio in Supercoppa Italiana: “Sul 2-2 è stata una tragedia, poi col 3-2 ha rimesso a posto tutto. La Lazio ha meritato di vincerla. Mentalmente la Lazio c’era e ha battuto una Juventus che è sempre una squadra piena di giocatori importanti. È una squadra difficile da battere”.

SU STRAKOSHA

“Per me è stato uno dei tre migliori in campo. Se non fa quelle tre parate iniziali la partita si mette male. È entrato in punta di piedi, ma è cresciuto partita dopo partita. Quando un portiere è così giovane e ha la fiducia dei suoi compagni vuol dire che è di qualità. Grigioni ha fatto un ottimo lavoro. Dietro Strakosha c’è poco però. Il campionato è lungo e la Lazio dovrebbe fare qualcosa. Io quando giocavo al Parma in Serie C giocavo molto male, poi salendo ho iniziato a giocare meglio. Sono stimoli, è l’ambiente, che ti possono cambiare una stagione. Il fatto di aver fatto male a Salerno, voleva dire che non era l’ambiente adatto a lui”.

SU MARCHETTI

“Per me sarebbe il massimo, ma bisogna vedere come la pensa Marchetti. È ovvio che Marchetti ha un curriculum di poter pensare di giocare anche da un’altra parte. Sarebbero due portieri molto affidabili”.

SU LUIS ALBERTO 

“Può essere un nuovo acquisto. È ovvio che deve confermarsi. Aveva fatto intravedere di avere delle qualità nel finale della passata stagione. Ora vedremo in campionato che è ancora lungo”.

CESSIONI

“Io penso che Keita abbia ormai da tempo un accordo con la Juventus, e per questo ha rifiutato tutte le altre offerte. Keita si sapeva sarebbe andato via, e quindi non sono meravigliato del fatto che Inzaghi non lo abbia convocato. Serve però un giocatore che sia almeno dello stesso livello. Caicedo non basta. Hoedt? Sarebbe una grande cessione a livello economico. La Lazio perderebbe un difensore centrale, ma avrebbe un budget di 20 milioni. Servono almeno 6 centrali in rosa per la stagione che deve fare la Lazio. Paletta? Non sono entusiasta di Paletta, anche se è un giocatore d’esperienza. Sarebbe un po’ un ripiego. Non so come possa giocare in una difesa a tre, perché ha sempre giocato a 4, sia al Milan sia al Parma”.

SERIE A

“Ci sono 4/5 squadre che sono superiori alla Lazio come organico. Se però una di queste fa un passo falso, i biancocelesti possono inserirsi, come lo scorso anno. Speriamo che il secondo anno di Inzaghi non sia come quello di Petkovic e Pioli. La Spal? La Lazio deve entrare in campo come con la Juventus, e allora non ci saranno problemi. Le insidie sono sempre dietro l’angolo. La mentalità deve essere quella”. E intanto il Baldé giovane lancia un eloquente messaggio alla società CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy