• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Le voci, Zauri: “Senza Keita la squadra esce molto indebolita”

Le voci, Zauri: “Senza Keita la squadra esce molto indebolita”

di redazionecittaceleste

ROMA – Luciano Zauri è intervenuto ai microfoni di Radio Olympia Incontro: “Siamo stati in Cina con Oddo, in una parte del paese dove il calcio non ha preso ancora piede, per questo abbiamo partecipato a due amichevoli, Europa contro America. Erano presenti tanti ex campioni come Ronaldinho e Figo. Il gioco in questo paese è visto in maniera molto diversa. Ci vuole tempo per cambiare la loro mentalità e non è un percorso veloce. Bisognerebbe lavorare già alle scuole calcio. Le città sono in netta evoluzione. La stagione è già iniziata, io e Massimo aspettiamo, non auguriamo il male a nessuno, ma siamo pronti per ricominciare. Per quanto riguarda la Lazio ho visto la Supercoppa, grande prestazione. Non ho potuto guardare quella con la SPAL, dove però ho letto molte analisi sui giornali. Manca qualcosa per essere competitiva. Con due innesti la rosa è altamente competitiva. Senza Keita la squadra esce molto indebolita, bisogna sostituirlo con un top player. Potenzialmente è un giocatore incredibile, se la sua testa non farà brutti scherzi. Ho giocato anche a Verona con il Chievo. La mia prima da professionista. Come allenatore ho avuto Silvio Baldini, un papà per me. Ho un splendido ricordo di quell’avventura, per un giovane è perfetta come piazza. Per i biancocelesti non sarà una partita facile. Gli uomini di Maran sono esperti. Attaccano e difendono tutti insieme, in modo compatto. La Lazio ha più qualità e se gioca come sa, non farà tanta difficoltà. Faccio fatica a comprendere la situazione Marchetti, per me uno dei portieri più bravi in circolazione. Strakosha ha dimostrato di poter fare grandi cose, ma Federico è di altissimo livello, parla il suo curriculum. Un raffreddore al portiere albanese, rappresenterebbe un grosso rischio per il percorso sia in campionato che in Europa. Conosco molto bene Caicedo è un giocatore forte, ha bisogno di giocare e credo che sorprenderà tutti. Di Gennaro è un regista, grande qualità e ottimo sinistro. Sono curioso di vederlo in campo”. Nel frattempo Pippo Inzaghi non ha dubbi: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy