gazzanet

Inzaghi: “Mercato? Chiuso, la Lazio parte dietro alle altre. Milinkovic resta, Lukaku fuori rosa”

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, parla in conferenza stampa

ROMA – Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa in vista di Lazio-Napoli: “La mia squadra deve essere pronta. Ripartiamo con tanta voglia, il sorteggio ci ha messo contro subito Napoli e Juve. Ci aspettavamo qualcosa di...

redazionecittaceleste

ROMA - Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa in vista di Lazio-Napoli: "La mia squadra deve essere pronta. Ripartiamo con tanta voglia, il sorteggio ci ha messo contro subito Napoli e Juve. Ci aspettavamo qualcosa di diverso, ma dovremo pensare solo a fare bene. I ragazzi stanno bene, anche se avrei voluto più tempo per qualche elemento. Gli azzurri hanno tenuto i giocatori migliori. Ancelotti è un allenatore top, ci vorrà del tempo per far assimilare alla squadra le sue idee. Ma sono forti e dovremo dare tutto. Sarà una gara bella e intensa. Abbiamo tre squalifiche importanti, per la formazione ho ancora qualche dubbio. Dove possiamo arrivare? Ci mettono sempre indietro sulla griglia di partenza, ma le aspettative adesso si sono alzate. Veniamo da due ottimi campionati, abbiamo perso la Champions solo anche per colpa degli arbitri. Le altre si sono rafforzate, abbiamo qualcosa in meno e dovrò essere bravo io a tirar fuori più motivazioni. La Juve è superiore a tutte, poi sarà il campo a dare i verdetti".

MERCATO

"Siamo stati bravi a tenere Milinkovic, Immobile e Luis Alberto. Non era semplice. Ma è un dato di fatto che siamo indietro alle altre squadre. Sergej comunque farà ancora parte della Lazio, il mercato però in entrata è terminato. Il serbo poteva andare via, ma la società voleva trattenerlo e il giocatore ha deciso di restare. Si sta allenando bene, dovrà confermarsi. La rosa? Dovremo fare una rinuncia importante. Rinuncio a Lukaku, anche se ci punto tanto. Se tornerà in condizione tornerà in gruppo. Sta lavorando bene, ma fino ai primi di ottobre non sarà dei nostri. Abbiamo allungato le rotazioni, ma ripeto che siamo indietro rispetto alle altre. Sono rimasto comunque con tantissima voglia, i nostri tifosi non ci fanno mai sentire soli. L'interesse del Napoli nei miei confronti? Questa è casa mia, per me è il massimo allenare i biancocelesti".

I NUOVI ACQUISTI

"Correa? L'ho voluto e seguito da tempo. E' una seconda punta ma può giocare in altre posizioni, sarà una pedina fondamentale. Badelj non si discute, alla società l'ho chiesto dopo la cessione di Biglia. E' arrivato dopo un anno, ma col Napoli giocherà e sono soddisfatto del suo inserimento. La difesa? Non è stato l'anello debole lo scorso anno. Abbiamo un tipo di gioco che porta a prendere gol, cerchiamo un giusto equilibrio. Acerbi anche si è inserito bene, è un ragazzo maturo e sarà utilissimo".

GIOVANI LAZIALI

"Cataldi? Se dovesse restare sarei molto contento. E' più maturo e sa cosa voglio da lui. Non sarà facile trovare spazio ma darà tutto. Rossi lo vogliono in tanti, soprattutto in Serie B. Con il ritiro ha meritato di restare, se sarà bravo sfrutterà le occasioni date".

GENOVA

"La tragedia di Genova? Se la Serie A si fosse fermata sarebbe stata una scelta giusta, ma non decido io".