• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Luis Alberto: “Non è il mio ultimo anno. Ciro, per i miei assist… Voglio un’auto”

Luis Alberto: “Non è il mio ultimo anno. Ciro, per i miei assist… Voglio un’auto”

L’intervista dello spagnolo sul Corriere dello Sport

di redazionecittaceleste

ROMA – È probabilmente l’uomo del momento, letteralmente rinato dopo una stagione con più ombre che luci. Luis Alberto si riprende tutto: la Lazio, la fiducia di Inzaghi e la Roja. Proprio dal ritiro della Nazionale spagnola, il giocatore, ha rilasciato un’intervista rinvenibile sull’edizione odierna del Corriere dello Sport.

SUL RITORNO IN NAZIONALE – “Quando giochi ad alto livello sai di poter essere convocato e così è stato. Sono felice per l’opportunità, spero ce ne saranno altre”.

SULLA LAZIO – “Personalmente sto andando bene, ma come collettivo meriteremmo qualcosa in più”.

SULLE DIFFICOLTA’ INIZIALI – “Alla Lazio sono arrivato in un momento non facile ed i primi mesi sono stati molto complicati. Poi la fortuna ha girato dalla mia parte”.

SU JONY – Non è facile adattarsi al campionato italiano, Leva ed il Tucu sono stati l’eccezione. Lui giocava in un altro ruolo ora deve imparare a muoversi da quinto, deve imparare specie la fase difensiva. È un ragazzo che lavora e che si fa volere bene, si farà notare”.

SU IMMOBILE – “Non mi ha promesso nulla per i tanti assist. Se dovessi continuare a fargliene però cambierò le mie pretese e chiederò qualcosa… Magari un’auto”.

SU LOTITO – “Lui non deve chiedere nulla, già sappiamo tutti quanti che l’obiettivo è qualificarci alla Champions League”.

SU SIVIGLIA E ROMA – “La prima è casa mia. La seconda è la città che mi ha permesso di fare il salto di qualità a livello calcistico, sarò legato a Roma anche quando andrò via”.

SULLA VITA ROMANA – “Tutti sono molto affettuosi. Quando esco vado spesso a fare shopping o al ristorante ma devo stare attento. Perché? Perché sono un fanatico della carbonara”.

SU FIFA – “Non scelgo mai la Lazio, non voglio far arrabbiare nessuno e nemmeno Inzaghi. Ho una mia squadra personale con giocatori di varie squadre, così non faccio arrabbiare nessuno”.

SULLA PERMANENZA – “Non credo sarà il mio ultimo anno qui, ho un contratto fino al 2022. Ma alla fine non dipende solo da me”.

SUL RITORNO A SIVIGLIA – “Ho sempre detto di avere un affetto speciale per questo club e che non gli chiuderò mai le porte, ma non ho mai detto che debba tornarci ora. È diverso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy