Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Mister Farris: “Sarri il mio maestro. La Juve su Inzaghi? Simone pensa solo alla Lazio”

Farris, secondo di Inzaghi alla Lazio

ROMA – Massimiliano Farris, vice-allenatore della Lazio, è stato ospite della redazione del Messaggero di Viterbo, città in cui vive. Ecco le sue considerazioni sul campionato e su molto altro: Farris, l’incontro con Simone Inzaghi ha...

redazionecittaceleste

ROMA - Massimiliano Farris, vice-allenatore della Lazio, è stato ospite della redazione del Messaggero di Viterbo, città in cui vive. Ecco le sue considerazioni sul campionato e su molto altro:

Farris, l’incontro con Simone Inzaghi ha rappresentato la svolta della sua carriera.

«Assolutamente. Con Simone vediamo il calcio alla stessa maniera. La nostra è un’avventura perché siamo stati catapultati in prima squadra Lazio quando eravamo convinti di dover ripartire dalla Salernitana».

Con Inzaghi mai uno screzio?

«Mai. Io avrei affrontato alcune vicende in maniera diversa, ma alla fine ha avuto sempre ragione lui e questo per me è stato fonte di insegnamento».

Chi vince lo scudetto tra Napoli e Juventus?

«Secondo me la Juve ha una mentalità unica in Italia. Il Napoli però c’è e ha un maestro come Maurizio Sarri che insegna calcio. L’ho avuto alla Sangiovannese ed è stato decisivo nel farmi scegliere la carriera di allenatore. E’ un personaggio dall’ironia tagliente che in questi anni si è un po’ ammorbidito: alla Sangiovannese chi usava le scarpette bianche o la fascetta per i capelli non giocava».

Milinkovic Savic profuma di predestinato.

«Sergej ha una fisicità mostruosa. Contro la Sampdoria abbiamo vinto una partita grazie a lui. Ma abbiamo tanti elementi importanti».

E se rinnova De Vrij….

«Con lui abbiamo fatto un lavoro notevole. Gli olandesi sono abituati a difendere in avanti: in Italia se lo fai gli avversari ti massacrano. Ma Stefan è uno che ha sempre voglia di migliorarsi».

Inzaghi ha occhi della Juve addosso…

«Simone si è meritato questa vetrina, ma posso assicurare che siamo concentratissimi e pensiamo esclusivamente alla Lazio».

Le elezioni del presidente federale possono rappresentare un’occasione di rilancio.

«Speriamo. Non vorrei che la ributtassimo in politica con la spartizione degli incarichi. Penso che Tommasi possa essere la persona giusta, ma ben vengano i manager a patto che si occupino esclusivamente della parte amministrativa e lasciano il lavoro prettamente calcistico a chi nera di più». Mister Inzaghi, recentemente, è tornato a parlare del Var: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso