• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Muzzi: “Inzaghi grande allenatore. Europa? Lazio prima nel girone”

Queste le parole dell’ex bomber

di redazionecittaceleste

ROMA – Arrivano complimenti su complimenti. Anche Roberto Muzzi si aggiunge alla lista ai microfoni di Elle Radio: “Sapevo che Simone Inzaghi sarebbe diventato un grande allenatore, ci incontrammo da tecnici quando allenavamo gli Allievi Nazionali e conosceva già tutti i giocatori. Quello che mi ha stupito, pur conoscendo la sua grande preparazione, è la sua capacità di leggere le partite, che finora ha fatto la differenza in favore della Lazio”. Con Inzaghi Luis Alberto rinato: “Credo che sia fondamentale la fiducia dell’allenatore e della società. Quando uno dei più grandi giocatori di sempre, Zidane, è venuto in Italia, ha impiegato mesi per ambientarsi. Serve pazienza, soprattutto con i giocatori stranieri”. Adesso ecco il secondo appuntamento in Europa League contro lo Zulte: “Se la Lazio ha battuto il Vitesse fuori casa, con gli olandesi che sono un’ottima squadra molto più di quanto non si sia detto, può sicuramente puntare alla vetta del girone. L’Europa può incidere sul campionato, è stato così, ma i gruppi di valore non si fanno mettere in difficoltà. Per me ad esempio in Serie A, nonostante l’impegno europeo, la sorpresa sarà ancora l’Atalanta”. Da bomber a bomber, strepitoso questo Ciro che sta sorprendendo più di chiunque altro: “E’ sin troppo facile dire Immobile, c’è un gruppo e una compattezza comunque che sanno esaltare le caratteristiche di ogni giocatore presente in rosa. Le sue qualità che mi piacciono? I movimenti da bomber puro, la capacità di attaccare gli spazi con i tempi giusti: non è da tutti, considerando anche il movimento senza palla è un giocatore che ha un istinto fuori dal comune”. Nel frattempo la Lazio attende Nani e Felipe Anderson: “La Lazio è già forte così, con l’innesto di giocatori di qualità superiore nell’uno contro uno il potenziale non potrà che aumentare. Non so se la Lazio potrà raggiungere il quarto posto, ma ci sta come ambizione, senza dubbio. Murgia e Strakosha? Sono due grandissimi giovani, sono felice che Inzaghi abbia deciso di puntarci. In Italia abbiamo sempre avuto il miglior settore giovanile, non dobbiamo scaricare i ragazzi di talento nelle serie inferiori, se non abbiamo il coraggio di scommettere sui nostri giovani sarà difficile vedere la Nazionale fare risultato”. Infine un pensiero su Milinkovic: “E’ un grande giocatore, preziosissimo per la Lazio ma in generale diventerà uno dei più forti centrocampisti del mondo”.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy