POLEMICA INFINITA – Tavecchio: “Sorteggio integrale? Non ho fatto nessuna apertura”

ROMA – Carlo Tavecchio, presidente della Figc, attacca Nicchi anche se nel suo intervento a Radio 24 il numero 1 del calcio in Italia non lo cita mai. Ecco le sue parole più importanti: «Non capisco. Io non mi sono espresso sulla modalità di gestione del sistema di designazione dei…

di redazionecittaceleste

ROMA – Carlo Tavecchio, presidente della Figc, attacca Nicchi anche se nel suo intervento a Radio 24 il numero 1 del calcio in Italia non lo cita mai. Ecco le sue parole più importanti: «Non capisco. Io non mi sono espresso sulla modalità di gestione del sistema di designazione dei sorteggi. Io mi sono limitato a dire che l’Aia è uno dei cardini del sistema sportivo italiano e che qualora e davanti a richieste presentat saranno nelle sedi opportune valutate. Questo è quanto. Tutto il resto non capisco. Sorteggio integrale? Io non ho fatto nessuna apertura perché queste non sono decisioni del presidente. Si discuterà in Consiglio Federale e se questa sarà un’ipotesi si andrà a regime. Terremo conto però del parere dell’Aia». 

SISTEMA ARBITRALE E AIA – Poi Tavecchio prosegue: «Io dico che comunque che la questione arbitrale, trita e ritrita e che ha lasciato spazio a valutazioni strane, nel 2006 tutti lo sanno quello che è successo, penso che un sistema dove ci sia un controllo ponderato attraverso un ricambio continuo di soggetti decisionali sia migliore. Le ripeto non riesco cosa c’entra la polemica la polemica dell’11 agosto con Albertini. Io il 12 di agosto ho finito in maniera chiara e non ricordo che io debba essere maggioranza o minoranza. Sono il presidente federale. L’aia ha ottenuto da questa presidenze cose che in 50 anni non ha mai ottenuto. E le spiego cose. Le sessioni Aia erano tutte assoggettate amministrativamente e centralmente senza codice fiscale. Uno dei primi provvedimenti è il riconoscimento del codice fiscale quindi un’autonomia di ricchezza sul territorio. Abbiamo concesso la possibilità di sanzionare coloro che hanno fatto violenza all’Aia con provvedimenti di natura economica. Abbiamo assegnato un funzionario specifico per la ricerca di fondi. Questioni di soldi? I fondi che riceviamo dal Coni sono per la maggior parte attribuiti all’Aia. Ho chiesto che si faccia una valutazione sul territorio delle designazioni oltre un certo numero di chilometri. L’Aia è fonte di volontariato però ci sono 700mila partite l’anno. Davanti ad uno studio tecnico della questione si possono fare dei risparmi».

QUESTIONE CONTE – Sulla questione Conte e la riforma dei campionati: «Guardi le dico un particolare. Il lunedì era già previsto l’incontro con Conte. Dovevamo vederci per alcune situazioni. La questione Conte nasce da un’importante strumentalizzazione. Quando sono andato a Milano il primo problema era che il campionato finisse entro il 15 di maggio e la Coppa Italia andasse di concerto. In quella sala abbiamo fatto una riflessione e mi ha stato spiegato che la Lega di Serie A ha anticipato la semifinale al 2 di marzo non sapendo qual è l’ingorgo che ci sarà il 2 di marzo e il 15 di maggio. Non si sa chi andrà in finale di Europa League e Champions. Loro hanno dichiarato la disponibilità totale a venire incontro ma ora non vogliono firmarlo. Forse Conte si aspettava una dichiarazione più esplicita ma quella ci sarà solo quando faremo la riforma dei campionati. Per la riduzione dei campionati però non dipende solo dalla Federazione. Serve una maggioranza del 75%Conte mi ha guardato negli occhi e mi ha confidato che non ha nessuna richiesta da parte di alcun club e rispetterà il contratto. L’accusa di frode sportiva? Io ho letto la Costituzione e un soggetto può essere sanzionato solo dopo l’ultimo grado di giudizio». Tavecchio chiude dicendo la sua anche sul caso Parma: «Siamo carenti di garanzie per l’accesso ai campionati e non è possibile che non ci siano norme chiare. Mi piace il modello inglese per l’acquisizione dei club».

(fonte:corrieredellosport.it)

Cittaceleste.it

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy