Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

RIVIVI IL LIVE – Inzaghi: “Rivincita? Impossibile. Domani dobbiamo aiutare la Juve”

Queste le parole del tecnico biancoceleste alla vigilia del derby con la Roma

redazionecittaceleste

ROMA - Queste le parole del tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi, alla vigilia del derby con la Roma: "Poco pubblico? Mi dispiacerebbe molto, non ce lo meritiamo. Ho ringraziato i tifosi dopo il derby di coppa, perché abbiamo vinto anche grazie a loro. Spero di essere smentito domani, voglio al nostro fianco la Curva Nord di coppa Italia. Sto leggendo che la Lazio è rilassata, perché l'Europa è già nostra. Non è vero. Abbiamo tante partite difficili, a partire dalla Roma che è favorita domani. Spalletti è un grande allenatore e lo stimo molto, domani dobbiamo fare un'impresa. Mi aspetto una mentalità vincente da parte dei ragazzi, dobbiamo correre e essere aggressivi. Dobbiamo gestire le forze, sarà una gara intensa. Inter-Napoli? Non mi piace guardare i risultati delle altre, devo pensare alla mia squadra. Sappiamo bene che cosa è il derby di Roma. La formazione? Tutti dicono che con le forti giochiamo con il 3-5-2. Non è vero. Al di là dei moduli domani conterà la voglia di vincere. Chi temo per l'Europa? Rispetto tutte le squadre, anche la Fiorentina, che ha dimostrato domenica di giocarsela con tutte. Ci aspettano partite difficili e scontri diretti, dobbiamo stare attenti. L'orario di domani? Non mi piace, di sera l'atmosfera è più bella. So però che ci sono delle necessità, ma saremo pronti a giocare a quell'ora. Rivincita della coppa? Non c'è rivincita, ma sicuramente la Roma avrà voglia di riscatto. Pensare che giocheremo due finali con la Juve mi rende orgoglioso, vuol dire che abbiamo fatto bene. Domani dovremo aiutare la Juve a vincere lo scudetto, anche per giocare la Supercoppa italiana con loro. La Juve è una grande società, sarà difficile vedere un Leicester in Italia. Nei due derby di coppa abbiamo meritato di passare, domani dobbiamo ripeterci. Problemi difensivi? Tutta la squadra deve aiutare se vogliamo vincere. Il nostro approccio? dobbiamo scendere in campo come siamo scesi con il Palermo. Senza quei primi trenta minuti sarebbe stata un'altra partita. Dobbiamo partire subito forti. Keita o Felipe? Ci sto pensando, nell'ultimo allenamento l'abbiamo provati addirittura insieme. Sarà indifferente la scelta, ma non ho solo questo come dubbio. Ho tutti a disposizione a parte Marchetti e sono contento di avere questi dubbi. A inizio stagione non ero così fortunato. Oggi abbiamo un altro allenamento che mi darà ulteriori conferme".

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso