Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Zarate: “La Lazio può arrivare in Champions senza problemi”

ROMA – L’ex attaccante della Lazio Mauro Zarate è tornato al Velez ed è stato accolto come un re. Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, l’argentino ha raccontato le emozioni che ha provato al suo arrivo: «Non me...

redazionecittaceleste

ROMA - L'ex attaccante della Lazio Mauro Zarate è tornato al Velez ed è stato accolto come un re. Ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, l'argentino ha raccontato le emozioni che ha provato al suo arrivo: «Non me l’aspettavo: è stato fantastico. Una cosa che non avrei immaginato nemmeno nei sogni. Ho sempre detto che in Argentina l’unico mio club era il Velez e per questo avevo promesso che sarei tornato. Tempo fa ho dichiarato che, viste le difficoltà di classifica, sarei stato il primo a mettermi in gioco oer salvarlo dalla retrocessione: e così ho fatto. Il River mi voleva?Sì, vero, ma con tutto il rispetto ho sempre detto di no proprio perché il mio desiderio era quello di tornare al Velez, la mia seconda casa. La colpa del mio flop in Premier è da imputare alla sfortuna: con Mazzarri le cose andavano bene, mi chiamava tutti i giorni quando ero alla Fiorentina e alla fine mi ha convinto a trasferirmi di nuovo in Inghilterra. Però dopo tre buone partite il crociato ha fatto crac. E per me è stato un colpo durissimo». La moglie Natalie ha vinto la sua battaglia col tumore, ma non è stato facile: «È quanto di più terribile abbia mai vissuto. Con lei e i miei figli abbiamo avuto momenti di grande sconforto. Ho anche pensato di smettere di giocare quando le è stato diagnosticato per la seconda volta il tumore al seno dopo la prima operazione. Poi lei mi ha convinto a proseguire. E ora che lei sta meglio ammetto di aver fatto bene a seguire il suo consiglio».

LA LAZIO

Sulla sua ex squadra non ha dubbi: «Sono rimasto molto stupito dalla Lazio: credo possa arrivare in Champions senza problemi. Per lo scudetto invece dico Napoli: per la qualità del gioco gli uomini di Sarri meritano questo successo. L'Inter? Ho visto un grande miglioramento rispetto allo scorso anno e tutto questo grazie a Spalletti che ha dato alla sua squadra una nuova identità. Rispetto alle prime due ci sono ormai tanti punti di distacco per poter pensare di vincere il titolo ma resta una grande squadra. Mi è dispiaciuto tantissimo lasciare la Fiorentina perché non volevo andare via. Quando con mia moglie abbiamo preso la decisione di andarcene, Natalie si è messa a piangere. Io ogni giorno lavoravo per guadagnarmi un posto ma purtroppo Paulo Sousa non mi vedeva. I tifosi sì e lui no. Mi piacerebbe un giorno poter tornare, mai dire mai». Recentemente proprio Zarate e la moglie hanno bisticciato su Instagram: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso