Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Retroscena de Vrij: il rinnovo è saltato per colpa della commissione

Ecco le ultime

redazionecittaceleste

ROMA - Perderlo così è quasi immorale, ora l'addio alla Lazio è ufficiale: «Ringraziamo de Vrij per quello che ha dato e fattotuona Tarema a fine stagione le nostre strade si separeranno». I saluti a giugno erano comunque scontati, ma la Lazio sperava almeno di consolarsi con i 25 milioni della clausola rescissoria. Invece no, de Vrij andrà via a parametro zero, dopo aver detto inizialmente sì al rinnovo da quasi tre milioni (bonus compresi) sino al 2019.

LAZIO_DIFESA_2

IL RETROSCENA E LE POSSIBILI DESTINAZIONI

La Seg, agenzia che ne cura gli interessi, ha chiesto in extremis una supercommissione da 5 milioni (in pratica il 20% della clausola), interpretata dalla Lazio come una provocazione per far saltare definitivamente il prolungamento. Dopo quattro incontri fra l'Olanda e Roma, Tare dice basta: «All'ultimo momento sono cambiate le carte in tavola, quindi abbiamo ritirato la proposta fatta a Stefan. Dopo mesi di trattative, c'è anche un limite a questo tira e molla». A Milano e Formello son convinti che l'Inter con Sabatini abbia già chiuso l'affare, eppure per Stefan in Lega avrebbero sentito Lotito e Marotta litigare. E qualcuno avrebbe persino avvistato il difensore un paio di settimane fa a Londra (piace al Chelsea) a cercar casa.

LE REAZIONI A CALDO

Il giallo sarà presto risolto, ma intanto esplode subito la rabbia dei laziali a questo triste annuncio: «Speriamo che ti rompi...», tuona addirittura qualcuno. Qualcun altro più lucido: «Adesso conta solo che non faccia altre boiate come quella col Genoa su Pandev. Se ha già la testa altrove, vada in panchina». Rassicura tutti, Inzaghi: «Dispiace per la scelta di Stefan, ma è un professionista che darà il 100% sino alla fine».

Cittaceleste.it

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Seguici anche suFacebook!

Potresti esserti perso