Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Agostinelli: “Ieri grande Lazio, Milinkovic non è più una promessa”

L'ex calciatore biancoceleste ha parlato a TMW della prestazione della squadra di Inzaghi nel derby

redazionecittaceleste

ROMA - La Lazio in finale di Coppa Italia è per adesso un coronamento all'ottima stagione che ha disputato. Eliminare la Roma ha avuto un sapore particolare per i biancocelesti che adesso attendono Juve o Napoli. "E' la vittoria di Simone Inzaghi - dice Andrea Agostinelli, ex calciatore laziale - grandi meriti vanno all'allenatore, ha fatto ottime cose e si merita tutti gli elogi del mondo".

Parlando dei singoli Milinkovic-Savic continua a stupire...

"Ha avuto una crescita incredibile anche a livello di continuità. Come ruolo si pensava potesse fare solo la mezzala e invece può tranquillamente giocare in un centrocampo a tre. E' completo, un pezzo da novanta. Non è più una promessa".

Adesso che finale si aspetta?

"Napoli e Juve sono superiori alla Lazio ma in una finale secca può succedere di tutto".

In ogni caso è una stagione da incorniciare...

"Sì, nel momento in cui non è arrivato Bielsa c'era scoramento ma è emerso ciò che dico spesso e cioè che è inutile andare a cercare tecnici all'estero. I numeri dicono che la nostra scuola detta legge".

Dal campionato che cosa aspettarsi dalla Lazio?

"Entrerà in Europa League. Ma la gara di domenica contro il Napoli è decisiva per alimentare una speranza per un traguardo ancor più allettante. Se la Lazio batte i partenopei va ad un punto dalla squadra di Sarri... Se il Napoli non perde è chiaro che per la Champions non ci sarà più nulla da fare". Leggi anche le parole di Hoedt nel day after: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso