• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Attento Ciro, Cutrone ti sfida pure per l’Italia

Attento Ciro, Cutrone ti sfida pure per l’Italia

Mancini starebbe pensando persino al baby del Milan per risolvere il problema del gol

di redazionecittaceleste

ROMA – Attento Ciro, tu sei un campione. Mica vorrai davvero farti soffiare il posto da Cutrone. Mancini ora pensa persino al baby di Milanello, come se il problema del gol fosse legato a Immobile col Portogallo.

Anche con gli Stati Uniti la Nazionale ha sciupato ben 18 tiri e faticato, ha trovato la rete in extremis con Politano. Ma adesso tutti gli attaccanti italiani sentono di poter avere la loro occasione, così ci crede pure Cutrone. Lui cercherà d’approfittare soprattutto della squalifica d’Higuain per convincere il ct. Sinora Patrick ha segnato 5 reti (3 in Europa League) e sfornato un assist, ma è stato decisivo partendo dalla panchina. Da titolare dovrà mantenere la stessa media realizzativa. Comunque ben inferiore a quella del centravanti biancoceleste, che con la maglia della Lazio ha collezionato 75 reti in due anni e mezzo. Nove dall’inizio di questa stagione, una in Europa dove ha pure mandato in porta i compagni con quattro cioccolatini. Perché Ciro gioca per tutta la squadra, è una voce fuori dal coro solo nell’Italia.

LA MANO

È tornato prima a Formello, Immobile. Ha saltato l’amichevole con gli Stati Uniti per essere al top dopodomani. Sinora i suoi centri d’autore contro Napoli e Roma non sono serviti a nulla, adesso Ciro vuole invertire la cabala. La Lazio deve tornare a vincere contro una grande per volare in Champions, il Milan è l’antagonista più accreditata per il quarto posto. L’anno scorso i biancocelesti avrebbero meritato il successo, ma proprio Cutrone rovinò ogni piano al ritorno. A San Siro l’avranno considerata una mano de Dios, a Roma rimane un terribile errore d’Irrati (domenica al Var, dirigerà Banti) e ancor di più di Rocchi, che quel 28 gennaio non vide al replay il tocco malandrino e convalidò il gol. Quella sfida la vinse Cutrone perché Immobile era infortunato. All’andata all’Olimpico, invece, Ciro si era scatenato. Tripletta e pallone a casa nel 4 a 1 alla terza giornata, penultima vittoria biancoceleste (dopo solo l’impresa allo Stadium) contro una big. Cutrone venne invece sostituito dopo 55′ da Calhanoglu in quella partita, ma dopodomani partirà un’altra sfida azzurra nella sfida.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy