Tu non mi Bastos mai…

di redazionecittaceleste

Di Lorenzo Manelfi

ROMA – Uno dei protagonisti assoluti di questa Lazio è senza ombra di dubbio Bastos. Il difensore angolano viene citato poche volte, eppure le sue grandi prestazioni stanno contribuendo ai successi biancocelesti. Il 13 agosto, contro la Juve in Supercoppa, non è stato schierato. All’orizzonte si prospettava un’altra stagione trascorsa più in panchina che in campo, ma l’infortunio di Wallace ha cambiato le carte in tavola. L’inizio non è stato confortante, con il Vitesse il difensore biancoceleste ha commeso diversi errori, ma Inzaghi non ha mai smesso di credere in lui. Prima della sfida con il Genoa, il tecnico piacentino è stato profetico: “Bastos? E’ entrato bene col Milan, giovedì ha fatto qualche errore. Domani senz’altro giocherà, è un giocatore che ci darà grandi soddisfazioni“. Detto fatto. Recentemente l’angolano ha sfornato prestazioni incredibili contro due grandi squadre come Juventus e Nizza. Dopo la vittoria con i bianconeri Inzaghi, prima di salutare il pubblico laziale presente, ha abbracciato tutti i giocatori. Bastos ha ricevuto l’ultimo abbraccio, ma non è stato certo meno importante degli altri, anzi. Tutto questo è frutto di un duro lavoro, perché il numero 15 biancoceleste non ama perdere tempo, come ha raccontato ai microfoni di Lazio Style Channel questa estate: “Piuttosto che parlare, preferisco farmi valere sul campo. Ho appena passato un anno di adattamento: non è mai facile il primo in Serie A, ma sto continuando a lavorare bene. È stato bello sfidare nell’arco dell’ultima stagione grandi squadre con voglia e determinazione, ma tutte le gare di Serie A sono difficili. Sto lavorando per migliorarmi, sono sempre disposto a dare il mio contributo per la squadra“. Adesso l’amico Wallace è vicino al rientro, ma Bastos sicuramente lotterà per restare titolare, perché questo è l’obiettivo che si è prefissato a inizio stagione: “Io devo migliorare, ma Wallace è molto forte, è bello lavorare con lui. Mi sto applicando per giocare, per dare il mio contributo alla squadra biancoceleste e per dare le giuste garanzie al mister“. Le garanzie sono state date, adesso toccherà a Inzaghi fare una scelta. Intanto anche il figlio di Lotito ha parlato del match di ieri sera: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy