Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Caicedo e Anderson, in Europa Felipe si sdoppia

Pronti a giocare entrambi dal primo minuto contro lo Zulte

redazionecittaceleste

ROMA - Felipe e contenti. Una connessione perfetta. La Lazio gode e si sdoppia nel segno di Caicedo e Anderson. L’ecuadoriano si riscatta con un gol da tre punti dopo una settimana difficile, il brasiliano si mette alle spalle il periodo buio ed è pronto a riprendersi la scena. Entrambi, chi per un motivo, chi per l’altro, rappresentano una delle immagini più belle e significative del riscatto biancoceleste. In primo piano c’è uno dei protagonisti di Genova, e non potrebbe essere altrimenti, visto che la vittoria è freschissima e porta la firma e il nome di Felipe Caicedo.

RISCATTO E GLORIA

Nemmeno lui, la Pantera, avrebbe mai pensato di poter esultare ed essere decisivo dopo quanto è accaduto domenica scorsa con la Fiorentina. Una soddisfazione immensa che non ha eguali. Dalle stalle alle stelle in sette giorni. Ingiustamente collocato sul banco degli imputati per un intervento sì scomposto ma severamente punito e sul quale, nonostante la “certezza” del Var, ci sono ancora tanti e troppi dubbi, a protagonista assoluto. Come se il Dio del calcio abbia rimesso le cose a posto perché quanto accaduto con la Fiorentina era davvero troppo. “In un certo modo è stata fatta giustizia, se c’era uno che doveva segnare, era proprio lui”, il leitmotiv dello spogliatoio laziale che sia metaforicamente che realmente ha abbracciato il compagno, festeggiandolo nel post-partita come se avesse segnato nella finale di Champions. Lui, ubriaco di gioia, ha ringraziato tutti e celebrato nel modo migliore il suo primo gol in serie A con la Lazio, su 134 minuti giocati, quasi una partita e mezzo. Una bella media. Per Caicedo, si tratta del terzo in stagione, già uno in più rispetto a quanto fatto nell’ultimo anno in Spagna. Ora è pronto a bissare in Europa League tra due giorni con lo Zulte Waregem.

FINALMENTE PIPE

A saltare con l’ecuadoregno, c’è l’altro Felipe, quello che tuti attendono dalla fine di luglio. Ebbene, il calvario è terminato. Pipe Anderson corre, dribbla e sgambetta che è un piacere. Il brasiliano è pronto e non potrebbe essere più felice. Nell’importante seduta di ieri, il dieci biancoceleste ha partecipato a tutto l’allenamento senza avere complicazioni ed ha pure segnato. Ad Inzaghi quasi non pareva vera tutta questa grazia dopo quanto accaduto domenica sera a Marassi. Per il tecnico l’effettivo rientro del brasiliano è manna dal cielo, soprattutto in questo momento, con Nani fuori e con la Lazio che ha bisogno di uno che dà un ulteriore cambio di passo. E’ quasi un vero e proprio acquisto. Felipe metterà benzina nell’ultima mezzora - assicura IlMessaggero - con lo Zulte Waregem. E poi, se non ci saranno problemi, giocherà di nuovo un’altra mezzora col Torino lunedì prossimo. Una rampa di lancio per far volare ancora più in alto la Lazio.

Cittaceleste.it