L’ANALISI – Riecco lo StaCandrevista del gol e capitan record: la Lazio torna a -2 dal terzo posto

ROMA – E’ tornato Stacandrevista del gol. Sant’Antonio subito: risorge nella ripresa, ci prova due volte prima di regalare la vittoria. Miracolo di Candreva nel sette, che sventola al terzo tentativo. Destro, sinistro, slalom, missile all’incrocio dei sogni Champions. Finalmente l’esterno rimoltiplica punti e reti. Sei lunghezze in due giornate…

di redazionecittaceleste

ROMA – E’ tornato Stacandrevista del gol. Sant’Antonio subito: risorge nella ripresa, ci prova due volte prima di regalare la vittoria. Miracolo di Candreva nel sette, che sventola al terzo tentativo. Destro, sinistro, slalom, missile all’incrocio dei sogni Champions. Finalmente l’esterno rimoltiplica punti e reti. Sei lunghezze in due giornate grazie ai suoi centri. Lo scavetto di Udine, quindi un cannolo pesantissimo al Palermo. Due gol in due giornate per salire a quota quattro. E pensare che Antonio, prima del Friuli, non segnava addirittura da 4 mesi (5 novembre, nella sconfitta di Empoli).

 

 

MAURI – Altro che fascia, bisognerebbe fare un monumento al capitano. Serve una statua di Mauri a Formello, lui sta scalpellando l’Europa: trentaquattro punti su 40 con Stefano in campo. E non c’è da stupirsi: il brianzolo oggi batte il record di sempre di gol (7, ai tempi di Brescia) in Serie A: Mauri raggiunge gli 8 centri e ha ancora tante partite da qui in avanti. Applausi al baby Cataldi, assist perfetto per il tapin del capitano. Che scavalca pure Djordjevic e ora è il capocannoniere della Lazio.

TERZO POSTO – Pioli può sorridere per la reazione biancoceleste, sotto di un gol dopo una papera di Mauricio, che regala il vantaggio a Dybala. La Lazio soffre, Marchetti è attendo in diverse occasioni, ma nella ripresa i big fanno la differenza. Nonostante Keita si divori una rete (su passaggio decisivo di Mauri) e nonostante Biglia finisca anticipatamente ai box al 60′: poca manovra, Lucas non è nel suo miglior momento, ma questo è il frangente decisivo solo per fare punti. Con gli ultimi tre, i biancocelesti tornano al quarto posto e, aspettando il Napoli (stasera col Sassuolo), sono a sole due lunghezze dal bronzo. Scala 40

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy