Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Dominio biancoceleste a Marassi… Luis Alberto da record

Luis Alberto tra esercizi e plusvalenze

Incredibili i primi 57' della sfida contro il Genoa, i migliori stagionali

redazionecittaceleste

ROMA - Gentile(tti) regalo, mica tanto. Se il risultato di Genoa-Lazio è rimasto in bilico è stato solo per colpa di elementi imponderabili come sfortuna e stanchezza - sottolinea Laziopage con numeri alla mano - cui è andata ad aggiungersi una notevole differenza di cinismo tra le due squadre. Nella prima ora di gioco, infatti, la Lazio non ha rischiato nulla, arrivando al 57′ con 0 tiri subiti a fronte dei 10 fatti. Troppo striminzito, quindi, il vantaggio di solo un gol, che la doppia sfortunata carambola ha trasformato in pareggio. Ma per due volte la Lazio ha saputo reagire, chiudendo con un ulteriore 8-4 nei tiri dopo l’1-1. Resta il tasso di conversione del 40%, troppo basso rispetto all’80% del Genoa (4 tiri in porta su 5 e 2 gol). Ma da rimarcare l’atteggiamento sempre aggressivo dei biancocelesti, con tanti recuperi palla (39) dal centrocampo in su: in particolare 6 di Milinkovic, 5 di Luis Alberto e Lulic, 4 di Immobile, Murgia, Lulic e Bastos.

SPAGNOLO SUPER

Due però sono i numeri che risaltano. I 75 passaggi di Luis Alberto, uniti ai 93 tocchi di palla: sono entrambi record stagionali e testimoniano l’importanza assunta dallo spagnolo nella manovra della Lazio. Anche nei key passes (3) e nei dribbling (6) nessuno ha fatto come Luis, che ha pesantemente contribuito a sbilanciare sul lato sinistro (asse Luis Alberto-Milinkovic-Savic-Lulic) lo sviluppo delle azioni: solo 3 dei 31 attacchi complessivi orchestrati dalla Lazio sono arrivati da destra: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso