Il riscatto di Ciro: “Torno a segnare in campionato”

Deve mettersi alle spalle l’ingiustizia di Giacomelli e ritrovare un gol che gli manca dal derby

di redazionecittaceleste

ROMA – Prepara il riscatto, Immobile, dopo un’altra domenica di rabbia a guardare Icardi lottare da solo per la classifica di capocannoniere. Ciro rimane comunque il re dei bomber: nessun attaccante italiano ha realizzato 21 gol stagionali (15 in Serie A, 2 in Supercoppa, 2 in Europa League e 2 in Coppa Italia). Domenica l’attaccante della Lazio non ha seguito la squadra a Bergamo, era squalificato ed è rimasto a Formello per preparare il riscatto contro il Crotone: l’espulsione che gli ha rifilato Giacomelli non gli è andata giù, ora vuole tramutare questa rabbia e amarezza in energie positive da sprigionare in campo sabato sera. La moglie Jessica ha sprigionato la carica biancoceleste alla cena: “Auguro a Ciro di andare avanti, di avere il meglio con la Lazio. Spero che continuino come hanno iniziato, alla grande. Un pregio di mio marito è che è una persona umile. Un difetto? É molto testardo, più di me”.

PIERI

Una capocciata all’ultima ingiustizia arbitrale, altro che a Burdisso. Proprio della squalifica del bomber napoletano, ha parlato l’ex arbitro Tiziano Pieri, intervenuto a Lazio Style Radio: “Il comunicato del Giudice Sportivo sulla squalifica di Immobile utilizza un giro di parole quando invece occorre avere il coraggio di prendere le decisioni. L’arbitro deve decidere nel bene o nel male; se si sbaglia, l’episodio va messo alle spalle. Se si è verificato un errore ed il Giudice Sportivo ritiene che questo sia stato commesso, non si può coniare la nuova terminologia ‘gravemente antisportiva’ nel mezzo. Se non c’è stata violenza, allora Immobile non andava squalificato. Così, di fatto, il Giudice Sportivo ammette che c’è stato un errore tecnico. Cambiare completamente il giudizio del fischietto, avrebbe portato la Lazio a presentare ricorso e richiedere la ripetizione della gara contro i granata per errore tecnico. Il caso Immobile farà giurisprudenza: in situazioni di scarsa definizione, si userà questa nuova terminologia che però è poco trasparente. Su questo ci sarà da riflettere”.

STOP DIMENTICA

Non sarà facile dimenticare quest’ennesima ingiustizia, ma Immobile l’affronterà col solito sorriso. Obiettivo mettersi tutto alle spalle, ripartire e riprendere a segnare: “Ultimamente ho qualche problemino con la porta, i gol che ho fatto li ho segnati soprattutto grazie ai miei compagni”. Eppure in Coppa Italia Immobile ha trascinato quasi da solo la Lazio ai quarti con la sesta doppietta stagionale, adesso deve riprendere a firmare anche in campionato. La rete gli manca addirittura dal derby su rigore, adesso Immobile tornerà a metterci gambe (non la testa) e cuore.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy