Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Il ritorno di Murgia accende la Coppa della Lazio

Alessandro Murgia sui social dopo la vittoria dell'Italia u21

Il baby biancoceleste sotto i riflettori nella competizione dove ha già segnato all'esordio

redazionecittaceleste

ROMA - L’aria di Coppa lo esalta. Alessandro Murgia si accinge alla quinta presenza di fila da titolare in Europa League. Questa sera, contro il Vitesse, cerca un’altra prova da protagonista. Contro gli olandesi, nella gara di Arnhem del 14 settembre, siglò la vittoria segnando il gol del 3-2. Portò i primi tre punti nel girone K che - sottolinea LaGazzettadellosport - la Lazio sta dominando con qualificazione e primato già blindati dopo il successo contro il Nizza nell’ultimo turno. Quella rete arrivò un mese dopo la prodezza in Supercoppa contro la Juventus, che lo ha portato nella storia biancoceleste perché fissò il 3-2 finale dopo i due gol rimontati dalla squadra di Allegri. Il trionfo del 13 agosto resterà per sempre un qualcosa di indimenticabile, ma il centrocampista romano, sbarcato 14 mesi fa in A sotto la guida di Inzaghi che lo conosceva dai tempi della Primavera, insegue il futuro con la forza dei suoi 21 anni.

PROSPETTIVE

Anche stasera agirà da interno sulla destra. È stata compiuta una scelta decisa sul suo ruolo. Sganciato da compiti da play che gli erano stati accreditati nella scorsa stagione, vissuta per buona parte da vice Biglia. Il suo percorso in biancoceleste si orienterà come centrocampista incursore. In campionato ha sommato quattro presenze: titolare soltanto nella trasferta contro il Genoa. Un bilancio che porta qualche rimpianto, legato principalmente alle ultime tre giornate di campionato vissute tutte in panchina. Ma nel frattempo, il centrocampista biancoceleste ha trovato nuovamente spazio nell’Under 21 di Di Biagio: subentrato nella ripresa (dal 20′) contro la Russia a Mandragora. Un filo azzurro che conta molto nella rifondazione che si prefigura in Nazionale. Ad ogni modo, Murgia ha bisogno di farsi largo nella Lazio. E la vetrina odierna dell’Europa League è una buona chance. Per quanto non inedita, ma sempre stuzzicante per guadagnare posizioni in biancoceleste.

IL REGALO

La scorsa settimana, Alessandro Murgia è rimasto senza parole. Luis Alberto gli ha regalato la maglia dell’esordio con la Spagna. “La nostra amicizia è nata in campo. Ci sono emozioni che solo il calcio ti sa regalare”, il messaggio di ringraziamento di Murgia, molto apprezzato pure per la sua professionalità. Il d.s. Igli Tare gli ha pronosticato un futuro in Nazionale. Il rinnovo del contratto fino al 2022 ha svelato i progetti laziali sul suo conto. Perché quel gol alla Juventus è un punto di partenza. Per tante altre partite in primo piano. Magari, già stasera. All’Olimpico, in Europa League: il cuore di Murgia non aspetta altro. Serata particolare pure per Luca Crecco, 22 anni, romano, figlio del vivaio: cursore di fascia sinistra, sarà titolare in biancoceleste dopo sei volte da subentrato. In panchina Alessio Miceli, 18 anni, capitano della Primavera jolly per la mediana, per la prima volta convocato da Inzaghi: i suoi sogni cominciano nell’Olimpico da Europa League.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso