• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Il volo big di Thomas col Milan, due anni dopo

Il volo big di Thomas col Milan, due anni dopo

Strakosha esordì contro i rossoneri a San Siro e non uscì più dalla porta a settembre 2016 al posto di Marchetti infortunato

di redazionecittaceleste

ROMA – Torniamo indietro al 20 settembre 2016, quando la Lazio di Inzaghi affrontò il Milan a San Siro per la quinta giornata del campionato.

Fu una partita speciale per Thomas Strakosha, che esordì dal 1′ minuto con la maglia biancoceleste sostituendo l’infortunato Marchetti. Da quel giorno, nonostante la Lazio perse 2-0, lui non uscì più dalla porta laziale, che si è presa a suon di parate. Da due anni a questa parte è il portiere titolare della Lazio e rappresenta il futuro. Il portiere albanese è un classe 95, cresciuto nel vivaio delle aquile e la speranza è che possa difendere la porta biancoceleste ancora per molti anni, diventando uno dei migliori portieri della storia della Lazio.

STIMA

Il gol preso al Mapei Stadium però è ancora indigesto. Il solito black out in difesa e un pari incassato su un calcio da fermo. Di Lulic e Luiz Felipe le principali responsabilità, ma siamo sicuri che non c’entri la porta? Sono recentissime le dichiarazioni del nuovo vice Proto, che alla Lazio è rimasto impressionato dal portiere numero uno: “Era chiaro dall’inizio che sarei stato il secondo perché non ho mai visto un portiere forte come Strakosha, dietro a un gruppo con così tanta qualità. L’albanese è giovane, grosso fisicamente, esplosivo… Ha tutto quello che serve per fare una carriera al top”.

OPINIONE

Eppure Thomas continua ad avere in alcuni fondamentali dei down. Vedi Reggio Emilia e la sua mancata uscita sulla rete di Ferrari. C’è anche la sua responsabilità, parola del grande ex Felice Pulici ai nostri microfoni: “E’ chiaro che dovesse uscire. Meno male che tutti si lamentavano quando non lo facevo io… Strakosha è un buon portiere fra i pali, ma continua ad alternare le sua prestazioni a delle stupidaggini, per esempio anche nei rinvii coi piedi. Deve crescere ancora tanto…”. E’ quello che pensano anche molti tifosi, anche se sinora Strakosha ha per esempio vinto il suo personale duello a distanza con Donnarumma. Il baby estremo difensore del Milan viene da tutti considerato un fenomeno, ma Thomas sinora ha dimostrato d’essere già meglio di lui.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy