Inzaghi preserva Leiva e spunta la pazza idea 3-4-2-1

Felipe in campo con Luis Alberto dietro Immobile al posto del diffidato brasiliano. Ora c’è Nani in panchina

di redazionecittaceleste

ROMA – In tanti, persino Lotito, si sono domandati: “Perché toglie sempre lui?”. Simone Inzaghi ha sostituito per l’ottava volta in stagione, e la quarte dal derby in poi, Lucas Leiva. Nessuna bocciatura, però, da parte del tecnico piacentino, tutt’altro: il brasiliano ex Liverpool è fondamentale per gli automatismi del gioco biancoceleste e Simone, terrorizzato dagli infortuni muscolari patiti nella prima parte di stagione, non ha voluto correre rischi. Oltretutto, Leiva ha già collezionato quattro ammonizioni (una in Supercoppa e tre in campionato) e si trova in diffida. Perderlo per la sfida a San Siro con l’Inter del 30 dicembre sarebbe un errore imperdonabile. Sul ‘Corriere dello Sport’, inoltre, viene ricordata anche la forte contusione al polpaccio rimediata contro l’Atalanta, tale da non avergli permesso di allenarsi né martedì, né ieri.

PAZZA IDEA

C’è anche la tentazione di rimettere in campo dal primo minuto Felipe Anderson, autore ieri di un eurogol a Formello, contro il Crotone. Al momento davanti restano favoriti Luis Alberto con Immobile. A meno che un turno di riposo concesso al diffidato Leiva non possa spingere Simone a virare sul 3-4-2-1 con i soli Parolo e Milinkovic in mediana. L’idea stuzzica il tecnico ora che ha recuperato pure Nani (ieri secondo allenamento in gruppo consecutivo) in panchina. Fatica a trovare spazio, il baby Palombi, destinato a tornare a farsi le ossa a gennaio al Carpi.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy