Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio, altro “ciclo di fuoco”: 5 partite in due settimane

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

Dalla Samp fino all'Atalanta, il triplo impegno biancoceleste inizia a farsi sentire sul serio

redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA - Di cicli di fuoco la Lazio ne ha già vissuti altri: diversi impegni ravvicinati, settimane spezzate in due da impegni europei o da turni infrasettimanali. E' in periodi come questi che affrontare tre competizioni può rivelarsi difficile. I biancocelesti, comunque, hanno brillantemente superato gli altri test. E ora arrivano 5 partite in due settimane.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

CAMPIONATO E COPPE

Prima l'impegno di domenica sera contro la Sampdoria, una sfida difficile contro una delle squadre più in forma del campionato. Il ciclo di fuoco parte da Marassi, per poi tornare all'Olimpico: sfida con lo Zulte che vuol dire poco in ambito europeo, i ragazzi di Inzaghi sono già qualificati. Le energie verranno quindi risparmiate per l'impegno di lunedì 11 dicembre contro il Torino, sempre in casa: un match da non sottovalutare contro un avversario che ha a disposizione un attacco temibile. Giovedì 14, invece, comincia la Coppa Italia biancoceleste: c'è il Cittadella da affrontare per conquistare i quarti di finale. Il quinto e ultimo impegno ravvicinato è quello di domenica 17 dicembre, quando la squadra di Inzaghi sarà chiamata a fronteggiare l'Atalanta di Gasperini all'Atleti Azzurri d'Italia.

FIDUCIA E RECUPERI

L'importante, per la Lazio, è ripartire subito e trovare di nuovo l'entusiasmo di un mese fa: contro la Samp non sarà facile, la partita va affrontata con il massimo della determinazione. I biancocelesti devono mettere da parte le polemiche di questa settimana e lasciar parlare solo il campo. A proposito di campo: su quello di allenamento si è rivisto Felipe Anderson, che sembra pronto a tornare finalmente a giocare. Neanche un minuto disputato in questa stagione, ma Inzaghi crede in lui e nelle sue capacità. In conferenza stampa, il tecnico piacentino ha detto di non averlo convocato per evitare possibili ricadute: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it