Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio, ti aspetta un “ciclo di fuoco”: 5 partite in due settimane

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

Dal Genoa al Sassuolo, passando per l'impegno europeo: le sfide dei biancocelesti da qui a ottobre

redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA - Ecco che l'impegno europeo inizia a farsi sentire. Inzaghi stesso, in conferenza stampa, lo ha definito così: ciclo di fuoco. La Lazio è chiamata ad affrontare cinque impegni in sole due settimane, a partire da domani. Tra campionato ed Europa League, l'allenatore biancoceleste dovrà dosare le forze.

Calciomercato Lazio, voci smentite sulla scelta di Inzaghi

LE PARTITE

La partita con il Genoa di domani sera potrebbe permettere alla Lazio di continuare a sognare in grande anche in campionato. Ma le forze vanno dosate bene: mercoledì sera i biancocelesti sfideranno il Napoli allo Stadio Olimpico. Dopo il Milan, un'altra big viene a far visita a Inzaghi. Anzi, una squadra ancora più pronta dei rossoneri, che può lottare anche per il vertice. Poi, domenica 24 settembre, ci sarà la trasferta di Verona, contro l'Hellas. E giovedì 28 torna l'Europa League, con la sfida in casa contro lo Zulte Waregem. Infine, la partita casalinga contro il Sassuolo, il 1° ottobre, prima della sosta per le nazionali.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

FORZE DA DOSARE

Cinque impegni ravvicinati comportano fatica, sia fisica che mentale. Restare concentrati e in forma non sarà facile, e l'infortunio di Wallace non aiuta Inzaghi, che si trova a dover insistere su de Vrij. Chiamato agli straordinari anche Luis Alberto, unica vera seconda punta, in attesa dell'esordio di Nani, che non ci sarà contro il Genoa. Assente Felipe Anderson, che non tornerà prima della sosta per le nazionali. E poi, ovviamente, c'è Ciro Immobile, decisivo anche contro il Vitesse. Inzaghi non può rinunciare al suo bomber.

Cinque partite che ci diranno sicuramente di più sulle ambizioni della Lazio, e su come riuscirà a fronteggiare tutti gli impegni: il primo ciclo di fuoco è alle porte, si parte da Genova. Con un Parolo in meno, ma con un Murgia in più: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso