Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lazio pronta a blindare Luis Alberto sino al 2022

Si lavora già al rinnovo dello spagnolo che sta stupendo l'Italia e l'Europa

redazionecittaceleste

ROMA - Nel torpore generale, il genio. L’ennesimo colpo di fioretto. Non poteva essere più bello il primo gol europeo di Luis Alberto. Una magia che riaccende la Lazio e dà un senso a una partita che è poco più di un allenamento, visto che per i biancocelesti in Europa League è tutto deciso, qualificazione e primato del girone. Lo spagnolo evita la sconfitta interna con gli olandesi con un gol fantastico, un tiro al volo di pregevole fattura dal vertice dell’area. Una conclusione potente che il portiere del Vitesse non è riuscito a neutralizzare. Un colpo di classe che ha raccolto gli applausi dei compagni di squadra. Il più toccato è Lukaku che mentre si avvicinava al compagno e, prima di abbracciarlo, l’ha apostrofato con “wow Luis”. Un gol che ha perfino strappato gli applausi dei tanti tifosi del Vitesse. Lui ha ringraziato tutti, si è messo il pallone sotto la maglia per festeggiare l’arrivo del suo secondo bambino, ma tornando a centrocampo con un’espressione come se avesse fatto la cosa più facile di tutte. “Ho fatto un bel gol, mi è piaciuto anche a me – dice scherzando Luis Alberto alla radio ufficiale -, il modo migliore per festeggiare il mio secondo figlio”.

A TUTTOCAMPO

E la qualità maggiore di questo giocatore è proprio quella di rendere semplici e normali, le giocate più difficili, come il tacco che ha permesso a Palombi di essere a tu per tu con Pasveer e provare a segnare - sottolinea IlMessaggero - ma l’estremo difensore olandese è stato pronto. E’ anche grazie a questa dote che l’ex Liverpool si è riuscito ad imporre nella Lazio e farsi amare dai tifosi. Con i suoi guizzi e i suoi assist sta diventando sempre di più il giocatore più apprezzato dalla gente laziale. Ormai un punto fermo della squadra e anche un leader. In una squadra inedita, piena zeppa di giovani, come quella che ha schierato ieri sera Inzaghi, lo spagnolo, soprattutto nei primi trenta minuti, dove ha fatto il regista, si faceva trovare sempre pronto e a disposizione, incoraggiando i vari Murgia e Crecco e fare meglio. In mezzo al campo a manovrare, quasi davanti alla difesa a fare il regista, non ha sfigurato affatto, anche se il meglio lo dà in appoggio alle punte. “Ci ho provato a fare il regista – ha detto lo spagnolo -, ma è stato meglio quando il mister ha rimesso Murgia al centro e io più avanti, abbiamo giocato meglio”.

FONDAMENTALE

Adesso Inzaghi non ci vuole più rinunciare. Per questo, di fronte ai nuovi rumors arrivati sul Siviglia, la società, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, starebbe pensando al rinnovo. A gennaio verrà discusso il prolungamento di contratto del ‘Mago’, – in scadenza nel 2021 – almeno per un’altra stagione, oltre che un adeguamento economico. L’ex Siviglia guadagna attualmente 1,2 milioni: il club vorrebbe premiare le sue ottime prestazioni con un aumento di stipendio.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso