Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

È una Lazio a trazione anteriore: già 42 gol segnati da inizio stagione

Luis Alberto e Ciro Immobile

I ragazzi di Inzaghi viaggiano a medie altissime: parlano i numeri

redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA - 42 gol segnati in 15 partite disputate, per una media di 2,8 gol a partita: se la Lazio viaggia a vele spiegate, e il merito è anche del suo reparto offensivo. Che, tra le altre cose, vede anche il difensore Bastos tra i protagonisti. L'unica partita senza segnare reti è stata Lazio-Spal. Da allora, gol a grappoli. I primi sono arrivati già a metà agosto.

SUPERCOPPA, CAMPIONATO, EUROPA

Le prime tre marcature biancocelesti, infatti, sono datate 13 agosto: la partita con la Juventus, l'inizio col botto di una stagione che fino ad ora è stata costellata di fuochi artificiali. In quell'occasione andò per due volte a segno Immobile. Preludio di quello che sarebbe accaduto successivamente: capocannoniere in campionato (14 reti), due gol anche in Europa League, Ciro è andato a segno ovunque. Anche nell'ultima giornata ha messo il suo timbro, riscattando subito la brutta prestazione di Bologna. Un attaccante in fiducia, ma l'arsenale di Inzaghi vanta anche altri nomi.

NON SOLO CIRO

L'ultimo ad aggiungersi è stato Nani, che ha calato il pokerissimo contro il Benevento. Tra i marcatori troviamo anche un sorprendente Bastos, già a quota tre reti, così come Marco Parolo (4, considerando anche l'Europa League), anche lui a segno nell'ultima trasferta. Luis Alberto inventa, gli altri rifiniscono: dai piedi dello spagnolo passano molte delle trame offensive biancocelesti. Anche lui è entrato nel tabellino dei marcatori per tre volte: in gol contro il Milan, doppietta con il Sassuolo. Le altre reti biancocelesti, fino a questo momento, sono state realizzate da Milinkovic (4), Murgia (2), Caicedo (2), de Vrij (2), MarusicLulic (1). Un totale di 42 gol per una Lazio che continua a segnare. E a guadagnare punti.

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso