Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Lotito ieri di nascosto a Formello per la carica allo spogliatoio: “La Lazio non si farà più calpestare”

Tare Lotito

E' andato dritto dai giocatori senza farsi vedere dai tifosi per un discorso a tutta la squadra

redazionecittaceleste

ROMA - E' piombato a Formello alle 18 ed è entrato dritto a fine seduta nello spogliatoio, senza farsi vedere da nessuno, nonostante i primi canti davvero a suo favore. E' Lotito il primo motivatore, discorso alla squadra per riaccendere subito il motore. Ha stretto Immobile a sé, ha promesso a tutti che la Lazio non si farà più calpestare. Adesso bisogna solo pensare a ripartire - svela il contenuto ilMessaggero - e trasformare tutta questa rabbia collettiva. Urlata nel centro sportivo da più di duemila laziali con la solita inventiva. Cori sugli spalti del Fersini contro la Lega, l'Aia e ovviamente Giacomelli. Sono piuttosto coloriti verso l'arbitro i ritornelli, ma c'era d'aspettarselo. A maggior ragione dopo il referto del giudice sportivo, arrivato proprio mentre la Lazio riceveva ieri l'abbraccio dei suoi tifosi per provare a ritrovare insieme la reazione e il sorriso: «Una chiamata alle armi, come i vecchi i tempi. Chi vuole bene alla Lazio deve essere presente – dice la Nord - soprattutto per gridare il nostro sdegno contro questo sistema marcio che, ancora una volta, sta dimostrando di non volere la nostra Lazio tra le prime posizioni in classifica. Noi siamo quelli che ci siamo presi una scudetto davanti a via Allegri e siamo gli stessi che non rimarremo impassibili davanti a questa vergogna». Fra le righe, c'è la “minaccia” di una nuova mobilitazione davanti alla Figc, come nel 2000, in caso di nuove ingiustizie arbitrali.

Cittaceleste.it