• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Luis Alberto, finalmente qualche segnale di risveglio

Luis Alberto, finalmente qualche segnale di risveglio

Adesso lo spagnolo punta il Milan, contro cui l’anno scorso sfornò una prestazione magica

di redazionecittaceleste

ROMA Una piccola scossa. Una scintilla ben augurante dopo diverse ombre e parecchia inconsistenza. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia si intravede di nuovo un barlume del “Mago”.

Ritorna titolare dopo quasi un mese, Luis Alberto tira fuori le unghie e pure un po ‘di carattere. Contro ogni pronostico e logica, visto il comportamento in campo dei suoi compagni di reparto, vedi Correa, ma anche Caicedo, pur infortunato, Inzaghi dà fiducia allo spagnolo e il trequartista, rispetto alle ultime prove abuliche e prive di sostanza, alza la testa e sfodera una prestazione confortante. Qualche tocco dei suoi, un po ‘di dribbling vincenti e un tiro a botta sicura da cui poi è nato il gol di Parolo. L’avvio di stagione, nonostante i gol con Frosinone e Apollon più l’assist a Udine per Acerbi, era davvero troppo poco per Luis Alberto. Uno abituato a spadroneggiare in campo, a regalare magie e gol. Quel giocatore era diventato quasi un miraggio, opaco, insicuro, a tratti insolente e poco reattivo, tanto da andare giù di testa e perdere il posto da titolare. Un saliscendi preoccupante, con l’allenatore e i dirigenti che le hanno tentate tutte, fino ad assecondarlo con l’arrivo di un fisioterapista di Liverpool che lo sta seguendo come un’ombra più Campillo, il suo fidato amico e mental-coach personale. Qualche terapia personale e tanto, tanto allenamento quotidiano. Cosi intenso e forte da convincere Inzaghi a sorprendere tutti e buttarlo nell’undici col Sassuolo. E la risposta è stata buona, anche dal punto di vista fisico, con Luis Alberto che, finalmente, correva con logica, pressava e giocava con intensità. Ora il prossimo passo è ritrovare gamba e ritmo. L’obiettivo è il Milan. Il sogno è ripetere la stessa magica gara che fece l’anno scorso proprio coi rossoneri.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy