• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Milinkovic e Luis Alberto, stavolta segnali al rovescio

Milinkovic e Luis Alberto, stavolta segnali al rovescio

Il serbo non ha certo brillato al Mapei Stadium, nonostante i numeri siano dalla sua parte. Lo spagnolo invece ha dato segnali di risveglio nel primo tempo

di redazionecittaceleste

ROMA – Stavolta si vestono al contrario, Milinkovic e Luis Alberto, nonostante il primo resti sino all’ultimo in campo. Al Mapei Stadium nella ripresa Sergej diventa addirittura irritante, nonostante i numeri poi siano dalla sua parte.

Prende sempre male la mira e, quando l’azzecca, c’è Consigli a negargli la gloria. Tutto sommato, nel primo tempo, Milinkovic fa la sua partita. Nella ripresa però si conta una sola vera sola cavalcata, è lento, lezioso e compassato in ogni inutile giocata. Con tacchi e punte perde di continuo la palla al limite dell’area. Ma qual è la verità? A guardare altri numeri Sergej sembra il migliore della partita di ieri: il suo nome è il primo per chilometri percorsi (11.923), velocità media (7.8 km/h), duelli vinti (12) e dribbling eseguiti (7). In realtà, molti che hanno visto la partita sono invece stati al contrario confortati dai progressi nei primi 45′ del redivivo Luis Alberto: Inzaghi gli ha ridato fiducia, lui stavolta è stato fortunato per il salvataggio sulla linea di Ferrari sotto porta. Ha comunque sfornato qualche cioccolatino, ma soprattutto stavolta ci ha messo il giusto spirito. E in fondo è suo il gol (trasformato con un tapin da Parolo) che vale un punto col Sassuolo.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy