notizie

Milinkovic fa cantare i tenori Luis e Joaquin

Notizie Lazio - Che ne sarà di Milinkovic?

Decisiva la prova di sacrificio del serbo per la formula fantasia in cui brillano lo spagnolo e Correa, scoppiettante anche quando parte da titolare.

redazionecittaceleste

ROMA - Qualcuno non lo riconosce perché si è trasformato quasi in un vero mediano, ma guai a non vederlo. E' anche e sopratutto merito di Milinkovic se davanti con la Juve possono brillare Correa e Luis Alberto:

Si prendono i voti migliori i fantasisti e vanno in paradiso, grazie al nuovo Milinkovic mediano. Per reggere il 3-4-2-1 Inzaghi gli chiede di badare solo al sodo. Così Sergej rimane piantato a centrocampo, deve rincorrere gli avversari e fare a spallate. I numeri testimoniano la sua splendida fase d'interdizione: 12 palloni recuperati, 75 tocchi di palla e una velocità media di 8km/h. Al 67' fa comunque un gioco di prestigio. Nel finale è poco lucido, da dimenticare l'ultima punizione, ma è la conseguenza di una partita da vero guerriero. Ne giova infatti Luis Alberto, che dall'inizio è libero e mette un cross stupendo per Wallace. Cambia gioco, lo spagnolo, ha fantasia e si applica pure in ripiegamento. Dalla distanza si fa murare da Szczesny, poi calcia di poco fuori. Decisivo il suo corner per il gol. Inspiegabile invece la sua sostituzione da parte d'Inzaghi. Che stavolta però capisce quanto sia impossibile rinunciare adesso a Correa dal primo minuto: l'argentino pronti via mette i brividi a tutta la difesa bianconera, ma non trova in appoggio nessun compagno per il gol. Ha guizzi continui, Joaquin, geniale l'assist sciupato da Immobile. E' imprendibile in dribbling (3 effettuati). Capito perché deve giocare per forza, caro Inzaghi?

Cittaceleste.it

Potresti esserti perso