Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Milinkovic mania, dentro e fuori dal campo: per la Lazio è incedibile

L'agente del calciatore lo ha confermato: il giovane serbo non è in vendita. E Inzaghi se lo tiene stretto...

redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA - Una prestazione sontuosa, quella offerta da Milinkovic nell'ultima partita di campionato. Mancavano dieci minuti alla fine, la Lazio era sotto, veniva dal pareggio con la Fiorentina e dalla sconfitta nel derby. Nel momento di maggiore difficoltà, il centrocampista classe '95 ha preso per mano la squadra e l'ha trascinata alla vittoria. A modo suo, naturalmente.

sergej-milinkovic

PARTITA DOPO PARTITA

Sergej sta crescendo in maniera esponenziale e sembra avere ancora margini di miglioramento. A Marassi ha spaccato la porta con un destro ravvicinato, poi ha spezzato in due le resistenze doriane e ha servito a Caicedo l'assist per il pareggio. Già nella prima trasferta della stagione, contro il Chievo, aveva tolto le castagne dal fuoco con una sassata da fuori area. Milinkovic deve solo trovare un po' di continuità in più per fare il salto definitivo, ma i mezzi tecnici li ha tutti. Già dalla partita di domani sera contro il Torino potrebbero arrivare ulteriori conferme su di lui: c'è bisogno di garantire sempre lo stesso apporto alla squadra. C'è bisogno di Sergej, che continua a crescere e a migliorare.

MERCATO

Non a caso, diversi club hanno messo gli occhi su di lui. Negli ultimi giorni si è parlato di un interessamento del Manchester United, ma l'agente è intervenuto per smentire le voci: Milinkovic non si muove da Roma. A confermare il tutto, sono arrivate ieri anche le parole di Igli Tare: "La Lazio non ha bisogno di vendere nessuno". Il giocatore, al momento, è uno dei titolarissimi di Simone Inzaghi, che non intende rinunciare al suo gigante a centrocampo. Calciatori come lui possono risolverti la partita con una giocata, come accaduto contro la Sampdoria. L'allenatore biancoceleste se lo tiene stretto e continuerà ad averlo a disposizione. Un centrocampo a tre rodato, ormai: Parolo e Milinkovic ad agire come mezze ali e al centro Lucas Leiva. Che, in Europa, si è tolto anche lo sfizio di segnare il primo gol con la maglia della Lazio. E che gol: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it