Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Roma città – Rapine a colpi di karate a Testaccio, fermata la banda

Arrestati i tre egiziani che picchiavano e rapinavano fuori dai locali di Testaccio

redazionecittaceleste

ROMA - Erano diventati il terrore della movida testaccina. Rapine a colpi di karate, con i quali stordivano le vittime prima di derubarle. A mettere fine a questa banda, composta da tre egiziani, i Carabinieri della Stazione Roma Aventino che li hanno arrestati per "rapina aggravata, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale".

I tre extracomunitari, all'uscita delle discoteche, individuavano le loro vittime e le accerchiavano intimandogli di consegnare soldi e telefoni cellulari. Chi si ribellava veniva picchiato e messo KO.

A quel punto entravano in scena gli altri due complici che depredavano le vittime di tutti i loro averi, poi tutti e tre si davano alla fuga a piedi. La scorsa notte, una pattuglia di Carabinieri in borghese in servizio preventivo, ha udito le urla di una ragazza provenire da via Caio Cestio.

Immediatamente accorsi sul posto, i militari hanno avuto modo di assistere al duello tra un ragazzo e il rapinatore, quindi si sono frapposti ai contendenti e dopo essersi qualificati hanno tentato di bloccare i tre egiziani. La banda, per nulla intimorita, ha affrontato i Carabinieri. Il karateka ha cominciato ad esibire le sue arti marziali e dopo una violenta colluttazione è stato immobilizzato insieme agli altri due complici.

Il ragazzo e la ragazza aggrediti per le lesioni patite sono stati accompagnati al più vicino pronto soccorso della Capitale dove sono stati medicati e dimessi con ferite giudicate guaribili in 5 giorni. I tre egiziani, accusati di rapina aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, sono stati giudicati con rito direttissimo e successivamente condotti nel carcere di Regina Coeli. Leggi anche le news dell'attacco a Dortmund: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso