Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

Storie da derby: Inzaghi sa come battere Spalletti

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio

Il bilancio è di due successi e altrettante sconfitte (una però inutile ai fini della qualificazione alla finale di Tim Cup) tra campionato e Coppa Italia

redazionecittaceleste

ROMA - Sbancare San Siro per riaprire il discorso Champions League. Terminare il 2017 con un’altra vittoria e riagganciare il quarto posto. Gli ingredienti non mancano, la Lazio vuole continuare a volare, la sfida contro l’Inter è uno scontro diretto per l’Europa che conta. E la storia si ripeterà, Inzaghi dovrà vedersela con Spalletti, ma questa volta si affronteranno nerazzurri e biancocelesti. Il passato ha regalato molte soddisfazioni al tecnico di Piacenza e, nei duelli con il mister di Certaldo, il bilancio è di due successi e altrettante sconfitte (una però inutile ai fini della qualificazione alla finale di Tim Cup) tra campionato e Coppa Italia. Domani ovviamente sarà un appuntamento diverso, i padroni di casa sono reduci da tre ko e un altro stop ridimensionerebbe la loro stagione. Borja Valero e compagni hanno iniziato a zoppicare dal match di coppa con il Pordenone, vinto soltanto ai calci di rigore. Poi sono arrivati i passi falsi contro Udinese in casa e Sassuolo in trasferta, per non parlare della sconfitta nella stracittadina con il Milan di due giorni fa. Un calo netto e vistoso, soprattutto per quanto riguarda gli attaccanti, in crisi e poco aiutati dal resto della squadra: la coppia Icardi-Perisic ha segnato 24 dei 34 gol nerazzurri, il loro periodo negativo è una zavorra pesantissima che si traduce in appena una rete segnata negli ultimi cinque impegni.

Ma c’è chi pensa che un rendimento eccezionale nella prima parte di stagione abbia mascherato molti dei problemi dell’Inter. Ieri mattina Walter Sabatini, Piero Ausilio e Giovanni Gardini hanno raggiunto Appiano Gentile all’indomani della sconfitta coi rossoneri. Tre consecutive infatti rappresentano un dato preoccupante per la dirigenza, che adesso si aspetta una reazione immediata. Inzaghi da parte sua invece cercherà di accorciare le distanze dall’Inter, la lotta per la Champions è agguerrita e le partite dello scorso anno con la Roma di Spalletti serviranno per studiare da vicino i prossimi avversari. Gli interpreti sono cambiati, questa volta la Lazio si ritroverà davanti un altro tridente, ma la filosofia dell’ex allenatore giallorosso è sempre la stessa. Circa nove mesi fa il tecnico biancoceleste fu bravissimo a chiudere ogni spazio alla Roma - sottolinea Iltempo - e a punirla in contropiede con delle ripartenze micidiali. Milinkovic Savic e Immobile trascinarono la Lazio verso la finale di coppa Italia. Senza dimenticare il derby di ritorno in campionato, dove Keita stese i cugini con una doppietta divisa tra primo e secondo tempo. Si vedrà, al Meazza andrà in scena una sfida Champions, lo spettacolo è garantito.

Cittaceleste.it