• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Ultima chance per Caceres: storia ai titoli di coda

Ultima chance per Caceres: storia ai titoli di coda

Giocherà in Europa League, piace a Basilea e Young Boys per gennaio

di redazionecittaceleste

Da gennaio a gennaio, andata e ritorno. Ma il finale potrebbe essere diverso. E molto dipenderà dalla partita di Europa League che la Lazio affronterà domani a Nicosia contro l’Apollon.

Martin Caceres la giocherà da titolare ed avrà così una delle ultime occasioni, forse l’ultima in assoluto, per evitare di chiudere la sua avventura in biancoceleste dopo appena un anno.

L’EQUIVOCO

Un epilogo impensabile quando, lo scorso gennaio, il difensore uruguaiano arrivò da Verona, dove era stato «parcheggiato» per sei mesi (la Lazio non poteva tesserare extracomunitari). Il suo approdo in biancoceleste era stato salutato come un acquisto di primo piano, come l’arrivo di un potenziale nuovo titolare. La storia laziale di Caceres si è però sviluppata in maniera molto diversa da come avevano immaginato il diretto interessato ed anche la società che lo aveva acquistato. Certo, non è stato troppo fortunato l’ex juventino. Perché pronti via si è subito fatto male e così l’inserimento nella nuova squadra (peraltro a stagione in corso) si è rivelato più problematico del previsto. Poi, però, anche quando il giocatore ha avuto le sue occasioni, non è mai scoccato un feeling totale. E lo stesso è accaduto quest’anno. Colpa, probabilmente, dell’equivoco tattico di cui Caceres è rimasto vittima. Il 3-5-2 non è il modulo giusto per le sue caratteristiche. Lui, di base, è esterno destro di una difesa a quattro. Così gioca nella sua nazionale e così può dare il meglio di sé. Da centrale (di destra o di sinistra cambia poco) non rende come dovrebbe, finisce col pagare dazio. Ma anche impiegato a tutta fascia, come quinto di centrocampo, non garantisce la copertura necessaria. E, soprattutto, in quel settore la Lazio ha fin troppe opzioni.

IL BIVIO

Domani a Nicosia Caceres sarà peraltro utilizzato proprio sulla fascia. Perché Patric e Lukaku non sono in lista Uefa e perché Basta non è al meglio. Sfreccerà sulla destra, l’uruguaiano, con l’obiettivo di far ricredere Inzaghi. Di convincerlo a puntare ancora su di lui. Il ruolo non è (non è mai stato) un problema per l’ex juventino. Che nella sua carriera è stato utilizzato in tante posizioni diverse, sia in difesa sia a centrocampo. Quella di Nicosia sarà la sua sesta partita da titolare in questa stagione, la terza in Europa League. Manifestazione nella quale è partito dall’inizio nel match dell’Olimpico proprio con i ciprioti dell’Apollon – scrive Gazzetta – e poi a Marsiglia. In campionato ha invece giocato titolare contro Napoli, Genoa e Roma. Match nei quali si è alternato tra il ruolo di centrale di difesa ed esterno di centrocampo. Disimpegnandosi meglio quando ha giostrato da quinto. Come farà anche domani. In palio c’è, appunto, una permanenza in biancoceleste che non è semplice. Anche perché a Formello sono già pervenute delle richieste sul suo conto. In particolare dalla Svizzera, dove l’ex juventino ha estimatori nel Basilea e nello Young Boys. Il campionato elvetico potrebbe quindi essere la sua prossima meta. Ma la storia con la Lazio può avere un ritorno di fiamma a Cipro.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy